Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Nuvola di Fuksas, Raggi fischiata al taglio del nastro: "Non scordiamo gli sprechi per l'opera"

Ieri alle 17 l'evento con taglio del nastro del nuovo centro congresso della Capitale. Polemiche sul discorso della sindaca

"Eccezionale e imponente, un'opera straordinaria. Ciò che è bello va riconosciuto. Ma senza dimenticare gli anni e i costi lievitati a dismisura che non si riesce neanche a quantificare". Qui si sono levati i  fischi e i boati dalla platea. Non appena la sindaca ha tirato fuori dal cilindro i suoi cavalli di battaglia: sprechi, malgoverno delle passate amministrazioni, "errori del passato da non ripetere". 

La sindaca Raggi contestata all'inaugurazione della Nuvola di Fuksas. Si è tenuto ieri alle 17 l'evento con taglio del nastro del nuovo centro congresso della Capitale, nel quartiere Eur, che ha visto la partecipazione degli ex sindaci Francesco Rutelli e Walter Veltroni, dell'ad di Eur Spa Enrico Pazzali, di Giovanni Malagò, e anche dell'assessora all'Ambiente Paola Muraro, del premier Renzi arrivato per ultimo, a sala già strapiena. Quasi duemila persone a occupare tutte le poltrone disponibili. E il primo cittadino di Roma applaudito sì, a discorso terminato, ma con fischi e voci di disappunto dal pubblico in sala.  

"L'inaugurazione della Nuvola però deve essere vista come una grande spinta verso il futuro, una vittoria - certo - che però non deve farci dimenticare quelli che sono stati i grandi errori del passato - ha detto ancora la sindaca - non dobbiamo far finta di nulla. Molti anni e costi lievitati oltre ogni ragionevole immaginazione. Questo è stato e non dobbiamo dimenticarlo. Così come troppe sono state le gestioni responsabili del ritardo, però è una vittoria". Parole alle quali ha risposto l'archistar Massimiliano Fuksas, progettista dell'opera: "In Italia non si parla d'altro che di costi. Non di cultura, non d'arte. Ve li ridico: parliamo di 275 milioni come cifra a base d'asta nel 2007, cioè 10 anni fa. Quella di oggi, a consuntivo, è 238,9 milioni". 

Dopo l'inaugurazione la sindaca è tornata sull'intervento. "L'opera architettonica è bellissima, ma ha avuto un costo imponente che non riescono neanche a quantificare. Non dimentichiamolo - ripete Raggi- È stato un passaggio dovuto perchè la trasparenza è un valore che vogliamo e dobbiamo portare avanti in tutte le occasioni, anche in un giorno di festa, senza timore di qualche fischio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuvola di Fuksas, Raggi fischiata al taglio del nastro: "Non scordiamo gli sprechi per l'opera"

RomaToday è in caricamento