Cronaca Laurentina / Via di Castel di Leva

In escandescenze al supermercato non fornisce documenti agli agenti, poi sputi, calci e danni alla volante

L'intervento della polizia in via Castel di Leva. Il 42enne è stato poi arrestato

Immagine di repertorio

Ubriaco ed in escandescenze ha creato il panico fuori un supermercato tanto da richiedere l'intervento della polizia. Poco collaborativo con gli agenti si è prima rifiutato di fornire le proprie generalità, ha quindi sputato contro i poliziotti ed ha cominciato ad inveire contro gli stessi. Infine, non pago ha danneggiato la volante. La giornata movimentata è stata messa in scena da un 42enne, poi arrestato. 

I fatti hanno cominciato a prendere corpo nel tardo pomeriggio di mercoledì 7 ottobre all'esterno del supermercato Conad di via Castel di Leva, nel IX Municipio Eur. Particolarmente agitato clienti e dipendenti hanno chiamato il 112 con l'arrivo sul posto degli agenti delle volanti e del commissariato Esposizione. Sul posto i poliziotti hanno trovato il 42enne romano. Alla richiesta dei documenti l'uomo ha dato ulteriormente in escandescenza. Da qui gli sputi contro i poliziotti e le offese: "Pezzi di m****", "Fr***", "Infami", tanto da costringere gli agenti a bloccarlo non senza difficoltà e ad ammanettarlo.

Particolarmente agitato il 42enne ha quindi provato ad autolesionarsi da prima sbattendo la testa contro l'asfalto dove era stato immobilizzato. Poi i calci all'esterno dell'auto, infine, una volta entrato nella volante ha cominciato a prendere a testate il plexiglass che divide la parte posteriore con quella anteriore della vettura, danneggiandolo. 

Identificato in un 42enne già conosciuto alle forze dell'ordine, l'uomo è stato arrestato per resistenza, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale e per danneggiamento ai beni dello Stato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In escandescenze al supermercato non fornisce documenti agli agenti, poi sputi, calci e danni alla volante

RomaToday è in caricamento