Cronaca

"Un cuore nuovo" grazie al Bambin Gesù, Conad e alla Nazionale Italiana Cantanti

Presentato oggi il progetto di solidarietà per il nuovo modello terapeutico di sviluppo e utilizzo di una nuova tipologia di cuore artificiale, dedicato al trattamento dello scompenso cardiaco terminale nei bambini

Essere solidali con chi ha più bisogno fa parte del nostro quotidiano e ogni volta cerchiamo di osare qualcosa di più”, così il Presidente della Conad Claudio Alibrandi ha presentato oggi il progetto di ricerca pedriatica “Un cuore nuovo” in collaborazione con l'Ospedale Bambino Gesù e la Nazionale Italiana Cantanti. Tre importanti realtà unite in un altro grande appuntamento con la solidarietà per dare concretezza a un nuovo modello terapeutico che prevede lo sviluppo e l'utilizzo di un innovativo cuore artificiale per il trattamento dello scompenso cardiaco terminale nei bambini.

Il progetto parte da un drammatico dato di fatto: il numero di cuori disponibili per il trapianto è insufficiente a coprire la richiesta, basti pensare che in Italia ogni anno nascono circa 4 mila bambini affetti da una malattia cardiaca congenita. Il Dipartimento di Chirurgia pedriatica del Bambin Gesù, si impegna quindi a condurre una ricerca clinica della durata di tre anni sull'impegno del cuore artificiale e sull'utilizzo delle cellule staminali. Il valore complessivo del progetto ammonta a 550 mila euro, l'azienda Conad lo sosterrà con una formula oramai già collauda attraverso la Fondazione Veronesi: i clienti della celebre catena di supermercati saranno coinvolti in prima persona, attraverso il catalogo “Immagina 2013 – 2014. I punti collezionati facendo la spesa, saranno così raddoppiati del loro rispettivo controvalore da parte di Conad, e alla cifra complessiva si aggiungeranno poi i proventi delle "Partite del Cuore" promosse dalla Nazionale Italiana Cantanti.

Siamo grati alla Conad e alla Nazionale Italiana Cantanti per il loro impegno a favore di questo importante progetto di ricerca - ha dichiarato in conferenza stampa il Presidente del Bambin Gesù Giuseppe ProfitiNegli ultimi 3 anni, il nostro ospedale ha coperto da solo quasi il 50% degli impianti di cuori artificiali pedriatici in Italia, un primato che ci spinge a proseguire con responsabilità ed entusiasmo sulla strada della ricerca scientifica”. Alla presentazione dell'iniziativa, in rappresentanza proprio della Nazionale Italiana Cantanti, è intervenuto anche il cantautore Paolo Vallesi che ha tenuto a ribadire quanto fin dalla sua fondazione (nel 1981 per volere di Mogol), l'associazione calcistica si sia sempre dedicata alla promozione e al sostegno di iniziative benefiche nonché al finanziamento di progetti di aiuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un cuore nuovo" grazie al Bambin Gesù, Conad e alla Nazionale Italiana Cantanti

RomaToday è in caricamento