Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Velletri / Via di San Biagio

Inps: tangente da una disabile per i benefici di accompagno, arrestata funzionaria

La donna, una 55enne, è stata colta da un carabiniere che si è finto nipote della vittima mentre intascava una 'mazzetta' da 4mila euro da parte di una diversamente abile di 46 anni

Chiedeva tangenti a persone disabili per la concessione dell’indennità di accompagno. Per questo una 55enne romana, funzionaria dell’Inps, è stata arrestata ieri pomeriggio dai Carabinieri della Stazione di Lariano con l’accusa di concussione in quanto la donna ha preteso indebitamente a titolo personale una cospicua somma di denaro da una donna disabile che aveva inoltrato richiesta di indennità di accompagnamento.

MAZZETTA DA 4MILA EURO - La vittima, una disabile di 46 anni, affetta da una grave forma di diabete e costretta da tempo su una sedia a rotelle, viste le pressanti richieste della donna, che le telefonava anche più volte al giorno, pretendendo 4000 euro per aver determinato la positiva risoluzione della pratica che la riguardava, ha coraggiosamente presentato denuncia presso i Carabinieri di Lariano, che immediatamente hanno avviato un’indagine riuscendo a documentare ogni fase della commissione del reato.

FLAGRANZA DI REATO - Un carabiniere, fingendosi il nipote ha accompagnato la vittima all’appuntamento fissato sotto casa dell’indagata a Roma, potendo così assistere direttamente al passaggio di denaro. La funzionaria è stata quindi arrestata e condotta al carcere femminile di Roma Rebibbia. Ad ulteriore conferma della sua colpevolezza, nella sua abitazione sono stati trovati tutti i documenti d’ufficio relativi alla pratica della disabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inps: tangente da una disabile per i benefici di accompagno, arrestata funzionaria

RomaToday è in caricamento