Spedizione punitiva con cric e cacciaviti per un debito non pagato, tre arresti

Le due vittime ricoverate in ospedale con le ossa rotta. Gli arresti da parte dei carabinieri della Stazione di Capena

Una ‘spedizione punitiva’ con cric e cacciaviti per un debito non pagato. Questo il movente che ha dato vita lo scorso 25 maggio ad una furibonda aggressione da parte di tre giovani 20enni a Capena, Comune Tiberino della provincia di Roma, nei confronti di altri due uomini.  La banda è stata scoperta dai carabinieri della locale stazione. 

TRE ARRESTI - Alla luce delle risultanze investigative i militari dell’Arma, diretti dal capitano Salvatore Ferraro, hanno arrestato i tre giovani stranieri, due fratelli albanesi ed un romeno, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Tivoli per concorso in tentata estorsione aggravata consumata in danno di altri due stranieri abitanti nel centro storico di Capena.

SPEDIZIONE PUNITIVA - Gli investigatori hanno evidenziato la responsabilità dei tre ragazzi, tutti ventenni, che, nella notte del 25 maggio scorso, aggredirono nella locale piazza del mercato, con l’utilizzo di un cric e di un cacciavite, le due vittime, uno tunisino e l’altro cingalese, poiché questi ultimi non avevano onorato un modesto debito di droga.
 
OSSA ROTTE - Nella circostanza, i due giovani furono trasportati, a causa delle lesioni riportate, all’ospedale civile di Monterotondo SS Gonfalone, dove i sanitari riscontrarono al cingalese un trauma cranico con relative ferite lacero contuse e al tunisino una frattura pluri-frammentaria delle ossa del naso e ferite lacero contuse al cuoio capelluto, entrambi poi dimessi con numerosi giorni di prognosi.

DOMICILIARI - Gli arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento