Cronaca

Si tuffa in mare per salvare i nipoti e un altro bambino, muore 73enne romano

E’ accaduto nelle acque adiacenti Foce Sisto a Terracina: l’uomo si è gettato in acqua per soccorrere i tre ragazzini in difficoltà per il mare mosso. Salvi i bambini; grave una donna che tentato di aiutare l'anziano

Tragedia nel pomeriggio di ieri sul litorale di Terracina dove un uomo, Spartaco Ometto, ha perso la vita nel tentativo di soccorrere tre bambini, due dei quali suoi nipoti, che stavano facendo il bagno e che si sono trovati in difficoltà a causa del mare mosso.  E’ accaduto intorno alle 17 nelle acque limitrofe alla foce del Fiume Sisto. 

L'uomo, un 73enne di Roma, si è tuffato in mare per prestare aiuto a tre bambini, due dei quali suoi nipoti, che mentre erano in acqua, a causa della risacca e della corrente presenti, non riuscivano più a tornare a riva. Per soccorrere i ragazzini, di età tra gli 8 e gli 11 anni, che sono stati tratti in salvo, insieme all'anziano sono intervenuti anche una donna di 65 anni e un 44enne di nazionalità cubana, che alla fine si sono trovati a loro volta in difficoltà in acqua. 

Scattato l'allarme alla sala operativa dell'ufficio circondariale marittimo di Terracina per i tre bambini in mare, è subito intervenuta sul posto per i soccorsi la Guardia Costiera, via nave e via terra, insieme ai sanitari del 118 con due ambulanze ed un elicottero. 

Purtroppo per l'uomo non c'è stato nulla da fare, mentre la donna è stata trasportata in eliambulanza all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina dove è ricoverata con una sindrome da annegamento gravissima. Non sono preoccupanti, invece, le condizioni del terzo soccorritore ricoverato al Fiorini di Terracina per accertamenti.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa in mare per salvare i nipoti e un altro bambino, muore 73enne romano

RomaToday è in caricamento