rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Cecchignola / Via Antonio de Micheli

Gli arresti domiciliari non fermano l'attività di spaccio di cocaina

Il 43enne sorpreso dalla polizia con la droga in un appartamento a Vigna Murata

Spacciava cocaina dagli arresti domiciliari. Siamo a Vigna Murata dove gli agenti del IX distretto Esposizione di polizia, al termine di una proficua attività investigativa, sono riusciti ad individuare all’interno di uno stabile di via Antonio De Micheli una base di spaccio posta in essere da un uomo già sottoposto al regime degli arresti domiciliari. 

L’indagine si è sviluppata a seguito di un continuo andirivieni di persone estranee allo stabile, segnalato in precedenza presso gli uffici del distretto. Così, individuato l’appartamento - base dello spaccio - ed il proprietario, persona sottoposta agli arresti domiciliari, i poliziotti, con la scusa di dover controllare la presenza dell’uomo all’interno dell’abitazione, hanno fatto irruzione cogliendo di sorpresa il 43enne e non dando modo allo stesso di potersi sbarazzare dell’eventuale stupefacente. 

Gli ‘effetti’ dell’elemento sorpresa hanno permesso agli agenti di recuperare diverse dosi di cocaina riposte all’interno di una credenza, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento della sostanza ed un importo di quasi 3 mila euro. Ultimate le indagini il 43enne è stato arrestato, misura successivamente convalidata dall’autorità giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli arresti domiciliari non fermano l'attività di spaccio di cocaina

RomaToday è in caricamento