Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Tor Tre Teste / Via dell'Omo

Cosmetici e coltelli non a norma: sequestrato magazzino sulla Prenestina

Oltre mezzo milioni di pezzi pronti a invadere il mercato al dettaglio e già venduti da rivenditori di Ostia. Cosmetici, coltelli da cucina e fari a led per le auto, tutto potenzialmente pericoloso e non a norma. Denunciato cittadino cinese

Cosmetici, coltelli da cucina e kit di fari a led per auto. Tutto pericoloso e non a norma. Circa mezzo milioni di oggetti pronti a invadere il mercato al dettaglio della capitale, sebbene potenzialmente nocivi per la salute dei consumatori e non in linea con la normativa di settore in materia di sicurezza dei prodotti.

Partendo da controlli di routine ai rivenditori del litorale romano, i finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno ripercorso a ritroso la filiera distributiva sino a localizzare la centrale di rifornimento, un immenso capannone industriale, ubicato nella zona tra via Prenestina e via dell’Omo, i cui depositi sono spesso prescelti dalle organizzazioni criminali per lo stoccaggio di merce introdotta nel territorio dello Stato evadendo i diritti di confine ovvero contraffatta e priva dei contrassegni dell’Unione Europea.

Il blitz dei “Baschi verdi” del II Gruppo di Ostia è scattato non appena sono stati raccolti sufficienti elementi che inducevano a presumere, all’interno del deposito, la presenza di merce di provenienza illecita. Una volta all’interno, i militari si sono trovati di fronte ad un’impeccabile organizzazione, rispettosa dei più moderni principi di logistica, con un capiente montacarichi mobile ed una rilevante quantità di colli, stoccati in base alla marca e al modello. I kit di fari a led per automobili, non omologati per uso stradale, sono risultati privi delle prescritte certificazioni di compatibilità elettromagnetica nonché della conformità alle direttive comunitarie che ne regolano le modalità di installazione e le caratteristiche tecniche.

Un cittadino cinese, responsabile commerciale del magazzino, è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria di Roma per il reato di importazione e commercializzazione di merce pericolosa o non sicura.

video gdf-2
 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosmetici e coltelli non a norma: sequestrato magazzino sulla Prenestina

RomaToday è in caricamento