Fiumicino, facchini in sciopero: montagne di bagagli abbandonati sulle piste

Le procedure di carico e scarico delle valigie vengono rispettate alla lettera, risultando rallentate al massimo. I facchini dello scalo romano sono in protesta contro i tagli al personale previsti dall'accordo di Alitalia con Etihad

Aeroporto di Fiumicino nel caos. I facchini dello scalo romano sono i primi a protestare contro gli esuberi previsti dall’accordo di Alitalia con Etihad. Così, nella giornata di ieri, come riportato sul Corsera con riprese video, migliaia di valigie sono rimaste abbandonate sulle piste, con carrellini lasciati sotto il sole. E anche un piccolo incidente aereo. 

Proprio ieri, insieme con gli addetti a scale e movimentazione velivoli, si sono riuniti in un'assemblea spontanea sul tema dei tagli al personale. La forma di protesta scelta è una sorta di sciopero bianco: le procedure di carico e scarico delle valigie vengono rispettate alla lettera, risultando rallentate al massimo. 

Anche qualche vip, in transito da Fiumicino per le vacanze estive si lamenta dei disagi. "Aeroporto di Roma Fiumicino...dopo 1 ora e 45 minuti ancora in attesa dei bagagli... Ma che figure facciamo..." scrive su Twitter Juri Chechi, con tanto di foto che immortala la fila agli sportelli. Anche la showgirl, Elena Santarelli, non risparmia cinguettii dallo scalo romano, con foto della montagna di valigie: "Ci sono anche i miei bagagli qui, grazie Alitalia".

Per oggi è in programma un incontro tra i vertici della compagnia di bandiera e i sindacati di categoria sulla procedura di mobilità. Ma intanti sono ancora diversi i bagagli stipati sui carrellini. "I lavoratori fanno il loro dovere, applicando il contratto come previsto dalla normativa - spiega Paolo Pagnotta, segretario territoriale della Cgil - Stanno garantendo l'indice di produttività e tutto il contributo umano che può essere dato, ma non di certo come i ritmi che vengono sostenuti in altri momenti".

“Da noi dipende la sicurezza di aerei e passeggeri e tagliano proprio noi? – spiegano i 200 operai riuniti nell’assemblea improvvisata -. Siamo tra i settori più colpiti dagli esuberi (1590 addetti di terra da tagliare) e intanto però ci chiamano a fare gli straordinari. Noi rischiamo ogni giorno e un addetto fa già il lavoro di 4 persone”.

L'INCIDENTE - Ma i disagi non si sono limitati i bagagli. Intorno alle 12 di ieri, come riportato sul Corsera Roma, un velivolo della compagnia americana Us Airways è stato urtato da un carrello-scala portabagagli: 30 centimetri di squarcio nella carlinga, volo sospeso e 297 passeggeri trasferiti in hotel. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento