menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dal blog Romafaschifo

Foto dal blog Romafaschifo

Manifesti abusivi, rimossi a Ciampino ma non a Roma: "La Municipale che aspetta?"

Nella Capitale gli stessi cartelloni sono ancora lì, nonostante la polizia di Ciampino si sia detta disposta a fornire "gli estremi dell'operazione" ai Comandi che ne avessero bisogno. Duri commenti sul blog Romafaschifo

Concerti, cabaret e rassegne estive pubblicizzate con manifesti abusivi, affissi ovunque. Da Ciampino a Roma, con una differenza: nel piccolo comune si interviene rapidamente per liberare i muri, nella Capitale la pubblicità abusiva rimane dov'è. La Polizia Municipale di Ciampino ha reso nota l'operazione di bonifica effettuata nei giorni scorsi. 

"Gli agenti del Comando di Polizia Locale di Ciampino, impegnati nel dispositivo di controllo serale disposto dall'Amministrazione comunale, hanno colto in flagrante gli autori delle centinaia di affissioni abusive che hanno deturpato l'arredo urbano nelle ultime settimane" si legge sul comunicato stampa. 

"Da diversi giorni - spiegano - tutte le principali strade cittadine erano state letteralmente invase di manifesti e depliant relativi ad iniziative musicali e cabarettistiche che si svolgeranno nel litorale romano, sia mediante affissioni su pali della luce, segnaletica stradale e campane del vetro, sia coprendo sulle plance i manifesti regolarmente affissi dalle attività produttive del territorio". 

Insomma, tra multe e rimozioni, i trasgressori sono stati puniti a dovere. Ma non a Roma, o almeno non ancora. Qui i manifesti con gli eventi culturali estivi continuano a imbrattare cassonetti, mura e raccoglitori di indumenti usati. Eppure gli stessi agenti della Municipale di Ciampino si sono detti "disponibili a fornire le generalità (di chi ha affisso la pubblicità, ndr) agli altri Comandi che ne avessero necessità". Lo hanno scritto nel comunicato, lo hanno cinguettato su Twitter. Dai quanto esposto sorge spontaneo qualche punto interrogativo. A porselo il blog Romafaschifo, che innumerevoli volte ha denunciato cartelloni e manifesti pubblicitari abusivi, gli stessi rimossi a Ciampino. 

"La Polizia di Roma Capitale si è occupata di prendere nota e di perseguire questi furfanti che hanno davvero umiliato la città in questi mesi facendo concorrenza sleale ad altri organizzatori? Deturpando segnaletica e muri pubblici e privati. Comportando migliaia di euro di spese per le ripuliture? La domanda è legittima, no?". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento