menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Picchia e violenta la compagna: l'incubo andava avanti da due anni

Per il 37enne è stato disposto il divieto di dimora nella Capitale e di avvicinamento all'ex compagna

Un incubo che andava avanti da due anni. Vittima di un 37enne l'ex compagna costretta a cambiare le proprie abitudini di vita. E' stato un intervento per una lite in famiglia nel novembre scorso da parte di una pattuglia della sezione Volanti  a dare l’avvio ad un’indagine curata dagli investigatori del commissariato Viminale, diretto da Mauro Baroni, nei confronti di un 37enne romeno.

Violenze fisiche e psicologiche, questo quanto scoperto dagli agenti nel corso delle accertamenti, aggressioni fisiche tali da spingere la vittima ad interrompere la convivenza con il compagno. L’uomo tuttavia non si è rassegnato alla decisione della donna, anche lei 37enne e, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ha iniziato a minacciarla e a molestarla costringendola a modificare le proprie abitudini, arrivando persino a colpirla ripetutamente al rifiuto di corrispondergli 80 euro per l’acquisto della sostanza stupefacente.

In un episodio risalente al 2018, i poliziotti hanno poi scoperto che l’uomo aveva costretto la donna a compiere un atto sessuale colpendola con diversi pugni e con una bottigliata al capo. Alla luce di tutte le risultanze investigative raccolte, il Giudice delle indagini Preliminari del Tribunale di Roma, ha emesso a carico del 37enne la  misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa e del divieto di dimora nella capitale.

La misura è stata eseguita dagli agenti del commissariato Viminale giovedì scorso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento