menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Omicidio a Formello: spara e uccide il suo capo, poi si punta la pistola alla testa e fa fuoco

La vittima si chiamava Said Ansary Firouz. Gravissimo l'uomo che ha sparato

E' entrato negli uffici dove lavora, ha esploso un colpo di pistola contro il titolare e lo ha ucciso. Poi si è puntato l'arma alla tempia ed ha fatto fuoco. L'omicidio si è consumato nel tardo pomeriggio di martedì a Formello. A perdere la vita Said Ansary Firouz, cittadino iraniano di 68 anni. Ad ucciderlo un connazionale 48enne, trovato in condizioni gravissime con accanto l'arma usata per l'assassinio.

La richiesta di intervento al 112 dopo aver udito dei colpi di arma da fuoco all'interno degli uffici di una ditta di autonoleggi di via Santa Cornelia è arrivata intorno alle 18:30 del 20 ottobre. Nel quadrante nord della città sono quindi intervenuti i carabinieri della Stazione di Formello e quelli del Nucleo Investigativo della Compagnia di Ostia. 

All'interno degli uffici i militari dell'Arma hanno trovato il corpo privo di vita di Said Ansary Firouz Accanto a lui l'uomo che aveva fatto fuoco, che dopo aver ucciso il connazionale ha tentato di suicidarsi sparandosi alla testa con la stessa arma, rinvenuta e poi sequestrata dagli investigatori. 

In condizioni gravissime il 48enne è stato affidato alle cure del personale del 118 che lo ha trasportato d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea. Raccolti i primi elementi investigativi, alla base dell'omicidio sembrano esserci dei dissidi lavorativi legati a questioni economiche.

Messa la salma a disposizione dell'Autorità Giudiziaria sul caso sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Cassia che indagano sull'accaduto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento