Cronaca

Fiumicino, un anno fa uccise l'amico per un debito: arrestato

A finire in arresto un 39enne. E'accusato di aver ucciso Fabio Lorenzon il 2 ottobre del 2009. La vittima fu trovata in auto con testa fracassata. La causa dell'omocidio probabilmente un debito che il 39enne aveva accumulato con l'amico

Un uomo di 39 anni, S.Z., è stato arrestato dai carabinieri. E' accusato dell'omicidio di Fabio Lorenzon, trovato morto il 2 ottobre dello scorso anno a Fiumicino. L'uomo fu ritrovato con la testa fracassata all'interno della sua auto in un canale di irrigazione del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano.

L'arresto è avvenuto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Civitavecchia, Giovanni Giorgianni, su richiesta del Pm Margherita Pinto. Nel corso delle complesse e articolate indagini concluse, dopo un anno, dai carabinieri sono infatti emersi gravi indizi di colpevolezza.

L'uomo dovrà rispondere dell'accusa di omicidio premeditato. Il movente è da ricercare in un elevato debito che l'omicida aveva contratto con l'amico Fabio Lorenzon.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino, un anno fa uccise l'amico per un debito: arrestato

RomaToday è in caricamento