Cronaca

Maltempo a Roma: strade e sottopassi allagati, disagi sulla metro A

Problemi alla circolazione e vigili del fuoco attivi in tutta la città

viale Togliatti, foto dal gruppo Fb Quelli di Torre Spaccata

Strade allagate, sottopassi chiusi, vigili del fuoco a lavoro dalle prime ore della mattina, e chiusura di stazioni della metropolitana per danni da maltempo. Ancora una giornata di forte pioggia e difficoltà di circolazione per la Capitale. Il bollettino di allerta aveva dato codice arancione, e infatti la pioggia è scesa più o meno intensa dall'alba. Alle 17 del pomeriggio sono circa 120 (e 350 in coda) gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando di Roma per la messa in sicurezza di vie che in poche ore sono state rese al limite del praticabile da fiumi d'acqua.  

Chiuse dalle 16 e 30 le stazioni Porta Furba e Lucio Sestio della metro A per danni da maltempo. La prima è ancora interdetta ai passeggeri alle 23, mentre la secondo ha riaperto alle 18. Anche Numidio Quadrato è rimasta chiusa ma solo in direzione Battistini, fino alle 20. In tilt anche i tram. Le linea 2 è stata interrotta per un'ora. Problemi anche per linea 19, che ha limitato il servizio a Piazza Galeno.

Lunga la lista delle strade allagate, con pesanti ripercussioni sul trasporto pubblico e privato seppur in un giorno festivo. Diverse le linee bus deviate e tanti i disagi che hanno toccato in particolare il quadrante est, come già accaduto per la grandinata del 21 ottobre. Dal Pigneto a Centocelle a Tor Sapienza è fitta la mappa delle arterie difficili da percorrere per la presenza di acqua sulla sede stradale. Largo Preneste, via Gattamelata, piazza dei Mirti, viale Palmiro Togliatti all'intersezione con via Prenestina, chiusa alle 19 circa, e ancora via dei Gordiani e la zona del Quadraro dove alcuni lettori hanno segnalato momentanei black out della rete elettrica. 

Allerta meteo per venerdì 2 novembre

Criticità da segnalare anche per i sottopassi, i primi a essersi subito allagati. Impraticabili quello di via Emilio Longoni e di via Guglielmo Sansoni a Tor Sapienza, quello di via Ettore Fieramosca a Casal Bertone. E ancora nella lista nera il sottovia di via Silvio d'Amico, di via Lello Maddaleno a Colle Salario e di via dell'Acqua Acetosa.

Ingenti quantità d'acqua anche sul lungotevere San Paolo, all'altezza di piazzale Edison, su via Portuense e via Brava. E ancora allagamenti in viale del Tintoretto, dove alcuni cassonetti della spazzatura sono finiti al centro della carreggiata trascinati dalla forza dell'acqua. Alberi e pali dell'Acea sono caduti in via della Pisana.

Un'ondata di maltempo più che attesa quella di oggi. L'allerta meteo della Protezione Civile era stata lanciata ieri sera e già le previsioni del tempo dei giorni scorsi davano per certo un 1 novembre di fitta pioggia, a tre giorni dal forte vento che solo lunedì scorso ha messo in ginocchio la città. Tantissimi lo ricordiamo gli alberi caduti (e ancora in strada) che hanno schiacciato macchine e provocato feriti, per fortuna non gravi, mettendo a serio rischio la sicurezza della circolazione stradale. Ma non solo. Foglie, aghi di pino e rami "piovuti" sulle carreggiate hanno occluso ancora di più tombini già carente sul piano della manutenzione, incapaci oggi di convogliare come dovevano l'acqua piovana. 

La sindaca Raggi sulla questione aveva rassicurato e aggiornato i romani, ma mettendo comunque le mani avanti: "Nei giorni scorsi abbiamo avviato una manutenzione straordinaria delle caditoie" ma "il timore è che questa nuova quantità di foglie, rami, calcinacci e pietre, causata dalla tempesta di vento, possa otturare nuovamente i canali di scolo".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo a Roma: strade e sottopassi allagati, disagi sulla metro A

RomaToday è in caricamento