rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Guidonia Montecelio / Via Marcantonio D'Aquino

Truffa una 90enne, il finto nipote bloccato da quello vero e consegnato ai carabinieri

Il 21enne è stato notato dal giovane dopo essere uscito dall'abitazione della nonna nel borgo di Montecelio

Aveva appena truffato una 90enne facendosi consegnare 2mila euro in contante con la tecnica del finto nipote in difficoltà. Il giovane non aveva però fatto i conti con il vero nipote della nonna, che abita con la famiglia nell'appartamento sopra quello dell'anziana signora presa di mira a Montecelio, borgo storico del Comune di Guidonia. Ad essere consegnato nelle mani dei carabinieri un 21enne originario della provincia di Napoli.

I fatti sono avvenuti in via Marcantonio D'Aquino, nel cuore del paese di poco più di 2mila abitanti della provincia nord est della Capitale. Un piccolo centro, dove nulla rimane inosservato, tanto meno la presenza di un'auto con a bordo delle persone estranee. Il copione è noto: una telefonata all’anziana vittima, fingendosi il nipote in difficoltà, la successiva conferma della difficoltà del nipote a saldare una bolletta o il ritiro di un pacco per il tramite di una ulteriore chiamata da un fantomatico direttore delle poste, il sopraggiungere del finto fattorino che avrebbe dovuto ricevere in consegna il denaro per risolvere la questione.

E così è stato, uno dei membri della banda ha quindi bussato alla porta di casa dell'anziana e dopo averla raggirata si è fatto consegnare soldi ed oro. Uscito da casa della 90enne, il truffatore è stato però visto dal nipote, quello vero. Precipitatosi in strada l'uomo ha poi bloccato il truffatore, con i complici che compreso il pericolo di fare la fine del loro compare si sono quindi dileguati. 

Richiesto l'intervento ai carabinieri i militari dell'Arma della compagnia di Tivoli lo hanno quindi fermato. Riconosciuto dalla vittima, con in tasca ancora i 2mila euro appena presi da casa della 90enne,  dopo aver riconsegnato il denaro alla vittima, il truffatore è stato portato in caserma.

Identificato in un 21enne di Casoria, il giovane è stato sottoposto all'obbligo di dimora nel comune dell'hinterland napoletano con gli investigatori che procedono gli accertamenti per risalire ai complici del truffatore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa una 90enne, il finto nipote bloccato da quello vero e consegnato ai carabinieri

RomaToday è in caricamento