Cronaca Castel Fusano / Viale Della Villa di Plinio

"Pensaci tu a tutto": chiama il figlio e si impicca nella pineta di Castel Fusano

Il corpo privo di vita del 50enne è stato scoperto dai carabinieri dopo l'allerta dei familiari. In auto un biglietto in cui chiedeva di essere cremato

Viale della Villa di Plinio

Prima un biglietto d'addio lasciato in auto, poi due telefonate ai figli, infine il gesto estremo. Tragedia ad Ostia dove un uomo di 50 anni è stato trovato morto impiccato ad un albero della pineta di Castel Fusano. La scoperta del corpo privo di vita intorno alle 14 di ieri 13 agosto da parte dei carabinieri, dopo che i figli dell'uomo, romeno di nascita ma residente sul litorale lidense da tempo, hanno denunciato la scomparsa del padre nella giornata di martedì scorso.

TELEFONATE AI FIGLI - Un suicidio che non lascia adito a dubbi. L'uomo, un muratore, si era allontanato dalla propria abitazione la mattina del 12 agosto senza dire nulla ai familiari. Nel primo pomeriggio due telefonate, la prima alla figlia con una chiamata breve: "Ti voglio bene", poi al figlio: "Pensaci tu a tutto". Quindi ha spento il telefono cellulare e probabilmente ha dato adito al suo intento subito dopo le telefonate.

RICERCHE DEI CARABINIERI - Immediato l'allerta al 112 con i militari di Ostia, diretti dal maggiore Sebastiano Arena, che con l'ausilio degli uomini del Corpo Forestale dello Stato, sono riusciti a rintracciare l'auto dell'uomo parcheggiata in via della Villa di Plinio. Poco distante la scoperta dell'uomo privo di vita impiccato ad un albero.

LE ULTIME VOLONTA' - Nell'automobile della vittima è stato poi trovato un bigliettino scritto in romeno nel quale il 50enne chiedeva di essere cremato e che le sue ceneri fossero sparse in mare. La salma dell'uomo è stata consegnata ai familiari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pensaci tu a tutto": chiama il figlio e si impicca nella pineta di Castel Fusano

RomaToday è in caricamento