Molestano e rapinano turisti alle biglietterie automatiche, un arresto e 14 denunce

L'arresto nell'ambito dei controlli effettuati dai carabinieri nell'area di Termini e di piazza dei Cinquecento

Un brutto biglietto da visita per la città solitamente attuato nelle grandi stazioni ferroviarie e alle fermate della metropolitana. Sono i molestatori delle biglietterie automatiche. Un fenomeno che conoscono bene i carabinieri di Roma. Proprio in piazza dei Cinquecento i militari hanno arrestato, per estorsione, un 42enne del Bangladesh, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine.

Rapina alle biglietterie automatiche di piazza dei Cinquecento 

In particolare il 42enne, nei pressi delle biglietterie automatiche adiacenti alla stazione Termini, dapprima pretendeva, con atteggiamento aggressivo e minaccioso, denaro da una turista, 40enne di Milano in compagnia della figlia piccola, per consentirle di fare il biglietto e a seguito del diniego della vittima, asportava i 5 euro costituenti il resto rilasciato dalla biglietteria. 

Molestie alle biglietterie automatiche 

Altre 14 persone, tutti cittadini romeni, sono stati denunciati a piede libero perché molestavano utenti e viaggiatori con richieste di elemosina o offrendo con insistenza loro assistenza pressi distributori automatici di biglietti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento