Cronaca Africano / Piazza Vescovio

Consegna 10 chili di cocaina ad un poliziotto: in un box in zona Vescovio 70 chili di droga

Sequestrati marijuana, cocaina, hashish e due pistole. Il 37enne fermato inizialmente in zona Cinecittà dove doveva avvenire lo scambio della 'merce'

Ha pensato che fosse il 'suo uomo' passandogli una busta contenente 10 chili di cocaina. A commettere il 'clamoroso errore' un romano di 37 anni arrestato grazie all'intuito degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Fidene-Serpentara. Agenti, diretti dal Primo Dirgente Francesco Maria Bova, che in seguito al fermo dell'uomo sono riusciti a rintracciare e smantellare una base dello spaccio di sostanze stupefacenti in zona Vescovio-Africano sequestrando 35 chili di cocaina, 23 di marijuana e circa 10 chili di hashish, oltre a 2 pistole.

FERMO A CINECITTA' - L’operazione nasce da un controllo degli investigatori del Commissariato che, transitando, in borghese, in piazza di Cinecittà, hanno notato un giovane sostare vicino alla sua autovettura guardandosi intorno ripetutamente come se, in attesa di qualcuno, volesse accertarsi di non essere notato.

SCAMBIO DI PERSONA - Un agente, insospettitosi, ha deciso di procedere al controllo, con i colleghi rimasti a poca distanza, pronti ad intervenire. Proprio mentre era in corso l’accertamento, si è avvicinato un secondo giovane con in mano due grosse buste della spesa, che si è avvicinato al poliziotto scambiandolo evidentemente per il destinatario della “consegna”. Proprio mentre stava per affidargli le due buste con il loro contenuto, l’agente si è qualificato.

10 CHILI DI COCAINA NELLE BUSTE - Dopo un primo attimo di sorpresa il giovane ha gettato in terra le buste e ha provato a fuggire, ma è stato subito bloccato dai poliziotti. Oltre alle buste, risultate poi contenere 10 chilidi cocaina suddivisa in 5 pani, il giovane ha gettato in terra la chiave di un’autovettura di grossa cilindrata, parcheggiata poco distante. Individuata l’auto, al suo interno sono stati rinvenuti due borsoni contenenti complessivamente altri 25 pani di cocaina, per un peso di circa 25 chili.

BOX AUTO A VESCOVIO - L’operazione, però, non si è conclusa con questo sequestro. Sono stati infatti rinvenuti nell’auto due mazzi di chiavi, di cui uno provvisto di telecomando, che gli agenti hanno subito sospettato potessero essere pertinenti ad un box. Procedendo pertanto alla perquisizione dell’abitazione del fermato, che si trova nel quartiere Vescovio, gli agenti hanno iniziato la ricerca del box, individuandolo a poca distanza, in un parcheggio pubblico.

BASE DELLO SPACCIO - Aperta l’autorimessa proprio con il telecomando rinvenuto, gli investigatori hanno rinvenuto all’interno quasi 23 chili di marijuana, 10 chili di hashish ed una pistola calibro 9 con matricola abrasa e colpo in canna. Nella sua abitazione, invece, è stata rinvenuta una pistola lanciarazzi, anch’essa sequestrata, oltre a danaro contante e varia documentazione riportante nomi e somme di danaro su cui saranno effettuati ulteriori accertamenti. Le indagini saranno naturalmente estese anche alle armi ritrovate, per accertare il loro eventuale uso nella commissione di reati. L’uomo, al termine, è stato condotto presso la casa circondariale di Regina Coeli. Dovrà rispondere di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e di possesso di arma clandestina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegna 10 chili di cocaina ad un poliziotto: in un box in zona Vescovio 70 chili di droga
RomaToday è in caricamento