rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

In casa con sei chili di marijuana: nei guai il rapper Pol G, cantante degli Assalti Frontali

Il 55enne condannato a pagare una multa di 20.000 euro ed all'obbligo di firma quotidiano

Sei chili di marijuana in casa. A finire nei guai Pol G, cantante degli Assalti Frontali, storica band rap romana. A trovargli l'erba nella sua casa al Pigneto la scorsa settimana i Finanzieri del Comando Provinciale della Capitale. 55 anni, incensurato, Paolo Bevilacqua, questo il nome del rapper, è stato processato “per direttissima” dal Tribunale capitolino, che lo ha condannato a pagare una multa di 20.000 euro ed all'obbligo di firma quotidiana. 

Ad attirare l'attenzione degli investigatori delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano  l’andirivieni di persone nei pressi della palazzina in cui abita l’uomo. I militari, una volta acquisiti sufficienti elementi, hanno deciso di perquisire l’abitazione del rapper rinvenendo oltre 6 chilogrammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, oltre a bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Pol G si è poi giustificato: "In questo periodo non lavoro, non faccio concerti. Ho cercato di arrangiarmi".

Secondo le stime della Guardia di Finanza la partita di droga sequestrata, se piazzata sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 100.000 euro. L’operazione sii inquadra nel più ampio dispositivo di contrasto ai traffici illeciti messo in atto dalla Guardia di Finanza di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa con sei chili di marijuana: nei guai il rapper Pol G, cantante degli Assalti Frontali

RomaToday è in caricamento