Passa troppo tempo a giocare ai videogame, 17enne picchiato dalla madre

L'intervento dei carabinieri dopo la chiamata dell'adolescente da un appartamento all'Appio Latino

Immagine di repertorio

Troppo tempo a giocare ai videogiochi. A passare ore davanti una consolle un ragazzo di 17 anni, da qui la reazione della madre che lo ha picchiato. E' accaduto la scorsa notte quando una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante è dovuta intervenire in un appartamento all'Appio Latino su richiesta di un adolescente che ha chiamato al 112 perché la mamma lo aveva aggredito con graffi sul collo e sugli arti ed un morso su un braccio. 

Secondo quanto dichiarato dal minore, la mamma era diventata furibonda nel corso di una lite scaturita a causa di un suo uso smodato di giochi elettronici. 

All’interno dell’abitazione era presente anche il padre che ha confermato la versione del figlio. Sul posto è intervenuto personale sanitario del “118” che ha fornito sul posto le prime cure mediche al minorenne che ha rifiutato, con consenso del padre, il ricovero in ospedale per ulteriori accertamenti sanitari.  Il minore è stato affidato allo zio, non convivente. La mamma é stata denunciata per lesioni aggravate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento