Scegli l'animale e te lo sgozzano in diretta: chiusa macelleria clandestina

Nel macello abusivo era stata allestina una vendita al dettaglio. La scoperta in zona Casetta Mattei. Rinvenute carcasse di animali e viscere senza nessuna precauzione igienica

La macelleria clandestina scoperta a Casetta Mattei

Una macelleria clandestina dove l'animale veniva scelto e sgozzato in diretta senza che vi fosse nessuna precauzione igienica. A fare la macabra scoperta in via del Ponte Pisano, zona Casetta Mattei, gli agenti del commissariato San Paolo diretti dal dottor Filiberto Mastrapasqua durante un servizio di controllo. I poliziotti si sono insospettiti quando arrivati nei pressi di un terreno agricolo hanno visto due gruppi di persone che stavano macellando due capretti in due zone diverse.

SEI PERSONE PRESENTI - Entrati all’interno dell’area i poliziotti hanno proceduto immediatamente ad identificare i presenti, quattro filippini, un romeno ed un italiano. Dai primi accertamenti si è constatato che all’interno del terreno era stata predisposta una vera e propria vendita al dettaglio con la contestuale macellazione degli animali.

VENDITA GIORNALIERA AL DETTAGLIO - Uno dei presenti, guardiano e addetto alla vendita per conto del titolare,  ha riferito che giornalmente, i clienti interessati si presentano nel terreno e scelgono da soli  l’animale da acquistare.

SCELTA E ABBATTIMENTO - Successivamente lui si occupa dell’ abbattimento dell’animale, solitamente mediante sgozzamento ed il cliente invece autonomamente, procede alla macellazione degli stessi lasciando a terra le viscere dell’animale. Il sangue che fuoriesce dal capretto viene lasciato sul terreno senza alcuna precauzione igienica.

140 EURO A CAPRETTO - Ogni capretto viene pagato circa 140 euro senza l’emissione di scontrino fiscale. In considerazione di quanto accertato,  gli agenti hanno richiesto sul posto l’intervento di personale della Asl RmD, Servizio per la Tutela igienico-sanitaria degli alimenti di origine animale che, quando è arrivato sul posto, accertata la grave situazione igienico sanitaria, ha richiesto l’intervento di personale specializzato per la rimozione della carne macellata. Al termine le carcasse e le carni rinvenute sono state sequestrate e destinate alla distruzione.

DENUNCIATO IL TITOLARE - Il titolare dell’azienda invece, italiano di 72enne, è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento