San Giovanni, picchia la compagna e la figlia di tre mesi: 40enne in manette

La donna è finita in ospedale insieme alla piccola. Sul posto la Polizia allertata dai vicini di casa. L'uomo, con precedenti, è stato arrestato

Immagine d'archivio

Picchiata dal compagno insieme alla figlia di tre mesi e finita in ospedale con la piccola per le ferite riportate. È successo a San Giovanni, in via Albalonga, durante una pesante lite familiare sfociata in violenza. 

Nella mattinata di giovedì scorso, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Giovanni, diretto da Mauro Baroni, insieme a una pattuglia del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, sono intervenuti nell'abitazione. Sul posto alcuni inquilini riferivano di aver sentito dei pianti e delle grida provenire da uno degli appartamenti. In particolare una voce maschile che urlava minacciando qualcuno.

Gli agenti, entrando nell’appartamento si sono trovati davanti una donna in lacrime, molto spaventata, con una neonata tra le braccia che presentava un'ecchimosi sulla testa.

Questa riferiva di avere avuto una lite violenta con il compagno, che l’avrebbe colpita con calci e schiaffi ed aggiungeva che nella foga aveva colpito anche la figlia di 3 mesi. L’uomo, per nulla intimorito dalla presenza dei poliziotti, ha continuato a minacciare di morte la compagna, minacciando anche loro.

Accompagnato negli uffici di polizia per gli ulteriori accertamenti, il 40enne, romano, con precedenti di polizia; si non era nuovo a comportamenti violenti, soprattutto quando si trovava sotto l’effetto di alcool o droghe, violenze, che venivano confermate anche da alcuni vicini.

Le vittime sono state accompagnate presso il vicino ospedale e la donna medicata con una prognosi di 21 giorni, mentre la piccola è stata ricoverata per accertamenti un paio di giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, violenza  e minacce a pubblico ufficiale ed è stato accompagnato a Regina Coeli; allo stesso, dopo la convalida dell’arresto, il GIP del Tribunale di Roma, su richiesta del P.M. del Gruppo Antiviolenza della  Procura, disponeva la misura cautelare del divieto di avvicinamento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • In fila alle Poste mostra i genitali all'impiegata: "Ora ti faccio vedere io il documento"

  • Il padre provava a venderlo in spiaggia, la mamma lo porta via dall'ospedale senza autorizzazione

  • Coronavirus: a Roma 31 nuovi casi, altri sette nel resto della regione Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento