A causa di uno sfratto incendia appartamento, anziano in manette

E' stato solo un caso che le fiamme non si siano propagate nel resto dell'appartamento dove l'uomo aveva piazzato delle taniche di benzina ed altri materiali altamente infiammabili

Tragedia sfiorata nella notte in via Casilina Vecchia. Un pensionato romano di 69 anni ha prima dato fuoco al letto di casa sua e poi, una volta uscito in strada, si è autodenunciato ad una pattuglia di Carabinieri della Compagnia Speciale che ha incontrato a piazza Re Di Roma.

L'immediato intervento di altre pattuglie di Carabinieri ha consentito di evacuare lo stabile in attesa dell'arrivo dei Vigili del Fuoco che hanno spento le fiamme, per fortuna circoscritte alla camera da letto. 

E' stato solo un caso che le fiamme non si siano propagate nel resto dell'appartamento dove l'uomo aveva piazzato delle taniche di benzina ed altri materiali altamente infiammabili, oltre alla bombola del gas presente in cucina. 

I motivi del folle gesto sono da ricondurre al fatto che l'uomo ce l'aveva con la padrona di casa in quanto a breve doveva essere sfrattato e con gran parte dei condomini del palazzo con i quali aveva litigato in passato. Anche per lui, con le accuse di incendio doloso, si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli.

     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

Torna su
RomaToday è in caricamento