Cronaca Cassia / Via Carlo Pirzio Biroli

Due Ponti, un appartamento come deposito dei furti: 34enne in manette

L'uomo, un 34enne di Capoverde, dovrà rispondere di ricettazione. In corso ulteriori indagini per stabilire la proprietà della merce ritrovata

Negozi e scuole nel mirino dei ladri di Roma Nord. Un'emergenza che abbiamo raccontato aver avuto un nuovo picco in questi giorni. Una situazione non nuova alle forze dell'ordine che già a novembre scorso si sono ritrovati a dover fronteggiare un'altra ondata di furti. Oggi, a distanza di alcuni mesi, arriva la notizia dell'arresto di un 34enne capoverdiano. Per lui l'accusa è di ricettazione. Non è considerato l'autore dei furti. Certamente però faceva da custode.

Nel novembre scorso, dopo una serie di furti consumati all’interno di alcuni esercizi commerciali nonché istituti scolastici, è stata intensificata la vigilanza da parte degli agenti della Polizia di Stato soprattutto in quelle zone maggiormente colpite da reati predatori. Il 7 novembre del 2014, i poliziotti hanno notato in largo Sperlonga un cittadino straniero già a loro noto per alcuni precedenti contro il patrimonio, aggirarsi con fare sospetto.

Da quel momento i poliziotti hanno deciso di seguire le sue mosse ed hanno iniziato a pedinarlo. Dopo qualche minuto è stato visto entrare in un appartamento di via Carlo Pirzio Biroli. L’uomo, che in realtà non ha mai avuto una fissa dimora, ha insospettito gli agenti che hanno così deciso di entrare nel monolocale per un controllo.

All’interno dell’appartamento è stata rinvenuta una notevole quantità di materiale provento di furto, tra cui numerosi “cofanetti per offerte di viaggi” per un valore commerciale di 5.000 euro,  risultati essere stati rubati il 21 ottobre scorso all’interno di un’ agenzia viaggi di via Cassia. Inoltre,  è stato sequestrato anche un blocchetto di assegni, una carta di credito, un telefono cellulare, materiale  provento di furto.

Al momento l’uomo fu denunciato e  il Tribunale emise, nei suoi confronti,  un’ordinanza di custodia cautelare per il reato di ricettazione. Il 15 aprile scorso, dopo una serie di appostamenti, lo straniero, che nel frattempo si era reso irreperibile,  è stato trovato all’interno di un’autovettura abbandonata in zona Grottarossa.
Arrestato per ricettazione è stato accompagnato presso il carcere di Regina Coeli.

Proseguono le  indagini per verificare la provenienza di parte del  materiale rinvenuto nella circostanza e di cui si sconosce al momento la titolarità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due Ponti, un appartamento come deposito dei furti: 34enne in manette

RomaToday è in caricamento