rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Scontri 15 ottobre: Er Pelliccia condannato a tre anni di carcere

Dopo 8 mesi dagli scontri di piazza a Roma, Fabrizio Filippi, meglio noto come "Er Pelliccia", è stato condannato a tre anni di reclusione

Era diventato il simbolo degli scontri, il personaggio che ha fatto il giro del mondo con l'estintore in mano, lanciato contro le forze dell'ordine. Oggi, a distanza di 8 mesi da quel 15 ottobre e dagli scontri di piazza a Roma, Fabrizio Filippi, meglio noto come "Er Pellicia", è stato condannato a tre anni di reclusione. Una condanna emessa dal Gup di Roma Giovanna Coccoluto al termine del rito abbreviato. Il 24enne originario di Bassano Romano (Viterbo), è stato riconosciuto colpevole del reato di resistenza aggravata a pubblico ufficiale. Decaduta invece l'accusa per devastazione, dalla quale Filippi è stato assolto. Per i fatti contestati Filippi ha già scontato un mese di carcere.

Contro Filippi si erano costituiti parte civile anche il Comune di Roma e l’Atac. L’imputato dovrà risarcire entrambe le parti civili con 10mila euro. Una pena, quella inflitta dal giudice COccoluto, nettamente inferiore rispetto alla richiesta del Pm Minisci che aveva richiesto 8 anni di condanna. Er Pelliccia era stato arrestato il 17 ottobre dopo essere stato identificato grazie a un tatuaggio che ha sul fianco sinistro e che era stato ripreso da alcune televisioni giunte per la cronaca degli scontri.

Pesante il bilancio dello scorso 15 ottobre. Trenta i feriti solo tra le forze dell’ordine, mentre un ragazzo ha perso un dito dopo l’esplosione di un petardo. Solo quel giorno le forze dell’ordine hanno arrestato 12 persone e arrestato altre 22.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri 15 ottobre: Er Pelliccia condannato a tre anni di carcere

RomaToday è in caricamento