Cronaca

Coronavirus: morto un operaio Ama, aveva 54 anni

L’uomo era in servizio a Tor Pagnotta come autista addetto alle officine. Dalla Lega un appello a Raggi: “Appronti piano di vaccinazioni”

Un’altra vittima del Covid in Ama. A perdere la vita un uomo di 54 anni, dipendente della municipalizzata e impegnato come autista addetto alle officine presso lo stabilimento di Tor Pagnotta. Il decesso sabato scorso.

La Lega ha lanciato un appello a Raggi: “Appronti immediatamente un piano di vaccinazioni”. "In questi mesi abbiamo più volte denunciato rischi nelle procedure e negli standard che sembravano essere frutto di sottovalutazioni in azienda. In Ama continuiamo ad assistere a precarie situazioni dove le condizioni lavorative giornaliere sembrerebbero, di fatto, inconciliabili con le misure di contenimento previste dal governo in ambito sanitario” ha commentato il consigliere della Lega Davide Bordoni, vice presidente della Commissione Ambiente.

A novembre dello scorso anno, dal gruppo Lega una lettera alla sindaca Raggi e all’assessore di riferimento per denunciare “le precarie situazioni giornaliere inconciliabili con le misure di contenimento” ha aggiunto Bordoni sottolineando: “La diffusione del contagio nella municipalizzata dei rifiuti continua ad aggravarsi, come evidenziato anche dalla UIL Trasporti”.

Non solo una programmazione del piano vaccini ma anche la sanificazione dei mezzi, con dotazioni di dispositivi e utilizzo di tamponi antigenici volontari: queste le richieste della Lega per arginare il virus e scongiurare il propagandarsi di contagi tra I dipendenti della municipalizzata.


 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: morto un operaio Ama, aveva 54 anni

RomaToday è in caricamento