Cronaca Prati / Piazza Cavour

Scritte antigay e una svastica: fascisti omofobi sfregiano chiesa valdese

Aveva da poco subito un restauro ma è già stata deturpata: vernice nera sulla facciata principale e sulla laterale scritte contro gli omosessuali e una svastica

Ennesima dimostrazione di vandalismo omofobo: nella notte tra il 14 e 15 maggio sulle facciate della Chiesa Valdese sono state fatte delle scritte contro il mondo LGBT. Il Tempio in piazza Cavour  questa mattina presentava degli schizzi di vernice nera sulla facciata principale e sugli scalini d'ingresso.Sulla facciata laterale invece una svastica e una grande scritta di colore rosso contro i gay. La Chiesa di Prati era stata appena restaurata ma questo non ha fermato i vandali.

"Condanniamo questo gesto gravissimo - dichiarano i consiglieri di Sel del I Municipio Mauro Cioffari, Jacopo Maria Argilli e Graziella Manca - ed esprimiamo solidarietà alla Chiesa Valdese di Piazza Cavour che, in occasione della Roma Rainbow Week promossa da Roma Capitale a ridosso della Giornata Mondiale contro l’Omofobia e la Transfobia, ha deciso di esporre sulla facciata del proprio tempio la bandiera arcobaleno simbolo della lotta per i diritti civili delle persone LGBT".

La Chiesa è stato costruita nei primi anni del Novecento in stile neo romantico, e da poco aveva subito un restauro. A dare l'allarme di questo nuovo atto di vandalismo è stato Antonio Adamo, il pastore della chiesa. Poco prima delle nove si è recato nel Commissariato Borgo, il più vicino al Tempio, e ha denunciato quanto visto. 

Ancora non sono stati individuati i responsabili del gesto, ma il gruppo di SEL si augura che vengano trovati e condannati in maniera unitaria da tutte le forze politiche. Intanto per venerdì 16 maggio nel I Municipio è stata organizzato un incontro per parlare del problema dell'omofobia. "Nella sede di Via della Greca - precisano i consiglieri di Sel - si terrà un Consiglio del Municipio Roma I Centro aperto alla cittadinanza dedicato alla lotta contro l’omofobia e la transfobia dal titolo 'Il mondo LGBT si racconta. Cittadini, associazioni, istituzioni, storie, esperienze e testimonianze positive di diritti e di integrazione contro ogni pregiudizio'. Durante il Consiglio approveremo una Risoluzione, proposta dalle forze di maggioranza, contro l’omofobia e la transfobia e una Mozione di adesione al Roma Pride 2014. Daremo la parola, inoltre, a persone omosessuali e transessuali che vorranno testimoniare, uscendo dallo stereotipo vittimistico, il loro percorso di emancipazione, di integrazione e di realizzazione nella società". 

Altre manifestazioni di solidarietà anche dal Consigliere di Sel Imma Battaglia che ha indetto un consiglio per il 27 maggio in cui sarà affrontato il tema dell'omofobia. "Roma non può tollerare che i suoi muri vengano imbrattati di discriminazione, nè alcuna offesa al decoro di un luogo di culto. Venga immediatamente rimossa la scritta - dichiara la Battagila - fatta davanti alla Bandiera Rainbow, che è il simbolo della lotta contro ogni forma di omofobia e razziamo, che questo gesto ignobile ci fa capire quanto sia urgente per contrastare fenomeni che continuano a riproporsi a Roma, rispetto ai quali il nostro ruolo di consiglieri ci obbliga a rimanere vigili. Per questo la riunione di Consiglio comunale straordinario prevista per il 27 maggio sarà dedicata anche al tema del contrasto all'omofobia, prioritario per la Roma dei diritti che vogliamo costruire". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte antigay e una svastica: fascisti omofobi sfregiano chiesa valdese

RomaToday è in caricamento