rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Sesso a tre nel furgone: pensionato non paga le due prostitute e le minaccia col fucile

Una delle due ragazze è riuscita a fuggire e chiamare i soccorsi. Nell'auto del 75enne sono stati trovati un fucile, una scacciacani ed un coltello

I trecento euro per le due ore di sesso a pagamento, concordate, erano troppi e così un pensionato 75enne di Aprilia ha minacciato con un fucile due prostitute romene aggredendole. Le due giovani sono state accompagnate al pronto soccorso della clinica Sant'Anna mentre l'uomo è stato arrestato con le accuse di estorsione e lesioni aggravate dall'uso delle armi. 

Tutto è successo nel weekend, fra le 10 e le 12 di venerdì scorso. L'anziano ha raggiunto la zona del Divino Amore, alle porte di Pomezia, dove è possibile trovare le prostitute. Qui ha fermato una 29enne romena concordando il prezzo per una prestazione con lei e una sua connazionale di 27 anni. 

Dopo averle fatte salire su un furgone, ha raggiunto una zona appartata di Roma, a pochi metri dalla via Pontina, e ha consumato il rapporto sessuale. Nel fare ritorno verso la zona dove le due giovani si prostituiscono si è però fermato all'altezza di via della Stazione di Pavona, ha accostato e le ha minacciate.

Una delle due ragazze, è riuscita a fuggire, mentre l'altra è rimasta nel furgone bloccata, sul lato passeggero. Qui l'allarme con la telefonata al numero unico per emergenze dove la 29enne raccontava di come l'anziano, armato di fucile, le avesse minacciate per non pagare i 300 euro pattuiti. 

I carabinieri giunti sul posto della segnalazione hanno così rintracciato il furgone e arrestato il pensionato. Le due giovani hanno riportato lievi lesioni guaribili in 2 e 5 giorni. Nella vettura sono state trovati, oltre al fucile regolarmente detenuto, anche una pistola scaccia cani e due coltelli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso a tre nel furgone: pensionato non paga le due prostitute e le minaccia col fucile

RomaToday è in caricamento