rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Vendesi bomba a mano: l'annuncio è online ma lui finisce in prigione

Un Dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura si è finto interessato all'acquisto dell'ordigno e così ha arrestato l'inserzionista

Voleva vendere una bomba a mano, ma gli è andata male: il finto interessato per l'acquisto era infatti un dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura. Il 42 enne romano, lavoratore per una ditta di traslochi, è stato scoperto e arrestato. 

L'ANNUNCIO - Il funzionario della Questura su un noto sito di annunci nei giorni scorsi aveva notato un'offerta insolita: una 'bomba a mano' al modico prezzo di 100 euro, trattabili, con ritiro a Roma o spedizione. Nell'annuncio erano presenti anche i recapiti dell'inserzionista e la foto dell'ordigno. 

L'APPPUNTAMENTO - Fingendosi interessato all'acquisto della bomba il dirigente aveva contattato l'inserzionista e gli aveva dato appuntamento davanti un grande centro commerciale a nord della Capitale. Nel giorno e nell'orario prestabilito una squadra di agenti della Squadra Investigativa della Divisione Amministrativa si sono recati sul posto.  Hanno immediatamente individuato l'uomo: in una busta aveva con sè la bomba.

LA BOMBA - L'ordigno, del tipo SCRM di natura bellica, era del tutto identico alla foto dell’annuncio, all’apparenza completo di ogni sua parte, con la presenza sul guscio di un foro di circa un millimetro e di un peso tale, da far desumere che fosse piena di polvere presumibilmente esplosiva. 

L'ALIBI -  Il 42 enne romano ha confessato agli agenti di aver ricevuto la bomba come regalo da una signora per cui aveva curato un trasloco. La bomba sarebbe appartenuta al suo defunto marito, ex militare. 

LE ACCUSE - L'uomo è accusato di vendita, cessione, detenzione e trasporto in luogo pubblico di un ordigno bellico. Ora verrà processato con il rito per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendesi bomba a mano: l'annuncio è online ma lui finisce in prigione

RomaToday è in caricamento