Fiumicino: falso allarme bomba al T3 davanti a corteo dei lavoratori Alitalia

L'allarme è scattato intorno alle 12:30 all'altezza del Terminal 3. Sul posto la squadra anti sabotaggio dei Carabinieri. Dopo le operazione l'area è stata riaperta e il corteo dei lavoratori Alitalia è proseguito

Attimi di tensione questa mattina, intorno alle 12:30, durante il corteo dei lavoratori Alitalia organizzato da Cub e Usb davanti all'aeroporto Leonardo Da Vinci in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore.

Davanti al Terminal 3 è scattato un allarme bomba rivelatosi poi falso. A destare sospetto una valigia abbandonata. Sul posto, allertati, sono entrati in azione gli artificieri dei carabinieri del reperto anti sabotaggio. All'interno del bagaglio solo vestiti ed effetti personali.

L'area è stata riaperta intorno alle 13:15 e il corteo dei lavoratori Alitalia, fermato momentaneamente della Polizia dello scalo aeroportuale, è potuto ripartire. I manifestanti, circa 800, continuano la loro protesta. Oltre i voli cancellati da Alitalia, tuttavia, non si sono registrati disagi o ritardi nella partenze e gli arrivi dello scalo romano durante le operazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento