Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Malato poco paziente: chiama ambulanza e poi picchia l'infermiere

L'uomo, dopo aver richiesto l'intervento del 118 per un malore, ha cercato di fuggire dall'ambulanza ed ha aggredito a calci e pugni un infermiere durante il trasporto in ospedale

Con una battuta si potrebbe dire che il protagonista dell'episodio è stato decisamente poco "paziente": un romano 37enne è stato arrestato dai Carabinieri la notte scorsa perché, dopo aver chiamato un'ambulanza per un malore da lui stesso accusato, ha aggredito un infermiere durante il trasporto in ospedale.

L' inusuale episodio è avvenuto intorno all’una, quando l’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, ha chiesto aiuto al 118. I sanitari, giunti sul posto con un’ambulanza, lo hanno soccorso e, dopo i primi accertamenti, hanno ritenuto opportuno trasportarlo in ospedale per verificare le sue condizioni. Nel corso del tragitto, però, l’uomo è andato in escandescenze tentando di aprire il portellone del veicolo in movimento per fuggire, senza tuttavia riuscirci perché il sistema di sicurezza lo impediva. A quel punto ha inveito contro l’infermiere che lo stava assistendo, aggredendolo con calci e pugni.

L’autista, che nel frattempo aveva chiamato il 112, ha atteso l’intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile e ha fermato la corsa facendo ammanettare il “paziente”. L’arrestato, accompagnato in caserma, dovrà rispondere di resistenza e lesioni ad incaricato di pubblico servizio e interruzione di pubblico servizio. L’infermiere, invece, è stato medicato e dimesso con 7 giorni di prognosi dai medici dell’ospedale Sant’Eugenio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malato poco paziente: chiama ambulanza e poi picchia l'infermiere

RomaToday è in caricamento