Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

"Ti uccido", e accoltella il figlio al petto ed all'addome: arrestato

Le violenze nella zona del Portuense. Soccorsa la vittima in ospedale gli agenti hanno arrestato il padre 63enne

"Ti uccido", questa la frase che un padre ha urlato contro il figlio prima di accoltellaro in casa per futili motivi. E' accaduto ieri notte nel quartiere Portuense. L’uomo, identificato per un romano di 63 anni, dopo aver colpito il proprio figlio all’addome e al petto con un coltello a serramanico, l’ha lasciato a terra sanguinante.

PADRE UBRIACO - All’arrivo dei poliziotti il giovane, già soccorso dal personale del 118 e ancora cosciente ha raccontato dell’aggressione da parte del genitore che, completamente ubriaco, dopo una lite per futili motivi lo aveva colpito con un coltello dicendogli di volerlo uccidere.

MACCHIE DI SANGUE INDOSSO - Gli agenti del reparto volanti, si sono precipitati nell’appartamento dove hanno trovato l’aggressore in evidente stato di agitazione, con vistose macchie ematiche sul palmo della mano e in tutto l’appartamento. A terra, il coltello utilizzato per l’aggressione che è stato sequestrato.

LESIONI AGGRAVATE - Accompagnato al commissariato Esposizione, l’uomo, che è risultato avere vari precedenti di Polizia,  è stato arrestato e dovrà rispondere di lesioni aggravate. La vittima invece, ha avuto 21 giorni di prognosi e non corre pericolo di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti uccido", e accoltella il figlio al petto ed all'addome: arrestato

RomaToday è in caricamento