Torre Maura Torre Spaccata / Via Aufidio Namusa

Strisce, pali e fantasia: a Torre Spaccata l’attraversamento direttamente nei cassonetti

Disegnate le strisce in via Scauro e via Namusa

Le strisce pedonali sono state realizzate per metà carreggiata e portano direttamente ai cassonetti collocati su uno dei due lati del marciapiedi. O direttamente in una siepe, dopo aver oltrepassato un palo. Siamo a Torre Spaccata, uno dei quartieri del Municipio Roma VI delle Torri. Nel primo caso raccontiamo di via Marco Emilio Scauro e nel secondo caso di via Aufidio Namusa. Poco più di una settimana fa, all’assenza delle strisce pedonali nel quartiere avevano risposto i militanti di Azione Frontale che avevano disegnato a terra i segnali di attraversamento in via Marcio Rutilio. Qualche giorno più tardi l’intervento delle istituzioni.

“A Torre Spaccata tornano le strisce pedonali, finalmente. Al Movimento Cinque Stelle sono bastati soltanto due anni e mezzo, una bazzecola – ha commentato con ironia la consigliera Pamela Strippoli del gruppo Fratelli d’Italia di viale Cambellotti - Ma l’attesa val bene l’impresa, se merita. Merita? Due anni e mezzo di attesa per avere questi lavori? Sono lavori lasciati a metà che costringeranno la ditta a ripassarci”. Sul modus operandi dell’amministrazione Romanella, Strippoli ha puntualizzato: “Solo perché le geniali menti politiche del Movimento Cinque Stelle non hanno comunicato l’inizio dei lavori ai cittadini, che quindi non hanno potuto collaborare spostando le macchine. Una messa in sicurezza a salto di canguro”.

torre-spaccata-2-2-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce, pali e fantasia: a Torre Spaccata l’attraversamento direttamente nei cassonetti

RomaToday è in caricamento