TorriToday

Torre Maura, i cittadini avviano una raccolta fondi: “Abbandonati dalle istituzioni, al quartiere ci pensiamo noi”

I cittadini hanno lasciato salvadanai all’interno di alcune attività commerciali del quartiere, acquisteranno attrezzi e prodotti

“Siamo completamente abbandonati dalle istituzioni e abbiamo deciso di provvedere da soli al decoro del quartiere”. A parlare è Cristiana Sammartino, una residente di Torre Maura che dopo aver denunciato in più occasioni il degrado di molte delle strade e delle aree verdi, ha deciso di rimboccarsi le maniche e provvedere, insieme ad altri cittadini, alla pulizia del quartiere. Per farlo, il gruppo ha avviato una raccolta fondi disseminando salvadanai in alcune attività commerciali della zona: il ricavato servirà per acquistare strumenti e prodotti utili a ripristinare il decoro.

Gli attivisti del quartiere hanno già realizzato alcuni interventi a Torre Maura come la pulizia al parco di via Casa Calda e al parcheggio della scuola di via delle Rupicole. “I fondi serviranno a proseguire in questa direzione – ha aggiunto Cristiana – Compreremo sacchi per i rifiuti, rastrelli, pennelli e vernici. Solo così potremo restituire decoro al quartiere”.

I cittadini si sono conosciuti nell’ambito delle iniziative spontanee di decoro: “Siamo diventati un gruppo, anche grazie all’apporto di Marco, residente del quartiere, colonna portate dell’iniziativa”. Una nuova battaglia dei cittadini sarà rendere fruibile il parco sensoriale che da luogo di aggregazione è diventato una discarica a cielo aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento