Venerdì, 18 Giugno 2021
Torre Maura Torre Maura / Via Enrico Giglioli

L'arte della "vera pizza napoletana" a Torre Maura

L'attestato ricevuto dall'associazione Pizza Verace Napoletana

La "vera pizza napoletana" nel cuore delle Torri si chiama “Il golfo di Napoli” e si trova in via Enrico Giglioli nel quartiere Torre Maura. Il riconoscimento di "vera pizza napoletana" è stato conferito dall'associazione "Verace Pizza Napoletana" che da oltre trent'anni si occupa di promuovere e tutelare in Italia e nel mondo la vera pizza napoletana. L'attestato di merito giunge dopo 17 anni di attività, non solo, anche di passione e professionalità acquisite nel tempo. Così Francesco ha aperto a Roma Today le porte della sua pizzeria per raccontare la sua storia, i segreti del mestiere e i punti di forza del suo lavoro. 

Dal 1983 ad oggi: il mestiere del pizzaiolo

L’inizio della sua esperienza viene da lontano, da quando nel 1983 ha iniziato a lavorare in una pasticceria a Pompei, in provincia di Napoli. Francesco, napoletano di origine e romano di adozione, ha commentato: “Ho imparato i primi rudimenti del mestiere, poi sono andato a svolgere il servizio militare e quando sono ritornato ho iniziato a lavorare presso un panificio a Napoli”. E qui Francesco ha perfezionato la tecnica già acquisita in pasticceria. “Sono arrivato a Roma nel 1997 e dopo un breve periodo di lavoro in piazza degli Alcioni, ho lavorato in viale Giulio Cesare e poi ho deciso che i tempi erano maturi per aprire un’attività mia ed eccomi qua, in via Giglioli da 17 anni”. 

Si chiama "Golfo di Napoli" la pizza diventata la specialità della casa

Insieme a lui anche la moglie Marianeve e il figlio Pasquale che proprio da papà Francesco ha imparato l’arte di fare la pizza. “E’ stato mio figlio a invogliarmi a concorrere per il riconoscimento di Pizza Verace Napoletana, non è stato difficile, i principi richiesti sono quelli che da sempre adottiamo nel nostro lavoro e così dopo una giornata di verifiche da parte dell’ispettore dell’associazione abbiamo ottenuto l’attestato” ha aggiunto orgoglioso Francesco. E se Francesco e Pasquale sono davanti al forno a cuocere le pizze “della casa”, ai fornelli invece c’è mamma Marianeve che da sempre supporta il marito nelle scelte lavorative e lo affianca. Non si può non chiudere con la specialità di Francesco: “La pizza più buona? Il golfo di Napoli, preparata con salsiccia, provola, mozzarella di bufala e funghi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte della "vera pizza napoletana" a Torre Maura

RomaToday è in caricamento