menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il parco di Torre Spaccata sempre più "terra di nessuno"

No bastavano le recinzioni rotte e i lampioni guasti, a far sprofondare nel degrado il parco all'incrocio tra viale dei Romanisti e viale Togliatti anche l'immondizia

Il parco all’incrocio tra viale Palmiro Togliatti e viale dei Romanisti di nuovo sotto i riflettori. Dopo la recente protesta silenziosa come l’affissione di un grido di aiuto rivolto alla sindaca “I fumi ci avvelenano”, un’altra ondata di degrado ha colpito l’area verde. A lanciare l’allarme sono stati gli inquilini dei palazzi circostanti sempre più vittime dell’esasperazione prodotta dall’incuria imperante.

In quello che resta del parco, sono state lasciate scatole e cassette di legno, ma anche plastica e cuscini. Non solo, a corredare il tutto cenere residua di focolai appiccati nel prato. Il parco resta aperto anche di notte a causa della rottura della recinzione, i lampioni sono guasti quindi l’area resta al buio ma la fontanella funziona. Quest’ultimo aspetto è tra i più appetibili per i nomadi che alloggiano nell’insediamento abusivo collocato a poca distanza.

“E’ insopportabile il silenzio assordante delle istituzioni” hanno commentato alcuni residenti che da tempo, attraverso segnalazioni, denunce ed esposti, hanno presentato agli organi istituzionali il degrado in cui sono costretti a vivere.

degrado-parco-02-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento