TorriToday

Stracci nel water e porte rotte: gli atti vandalici e l'eterno problema della sicurezza a Castelverde

I residenti chiedono da tempo una caserma

Una serie di atti vandalici che si sono susseguiti per l'intero mese di agosto, qui, nell'aula civica del quartiere Castelverde. Tutti di piccola entità fino all'ultimo avvenuto di recente.

Stracci nel water e finestre rotte

"Hanno rotto delle finestre e manomesso le porte per entrare - ha raccontato a Roma Today Dino Landi, presidente emerito del comitato di quartiere - hanno riempito il water di stracci e abbiamo trovato nel giardino cicche di sigarette, cartine". Per Landi non ci sono dubbi: "E' stata una bravata ma spetta a noi rimettere tutto in ordine, abbiamo la responsabilità della struttura". E così qui, grazie anche ai contributi dei cittadini sono stati messi in atto alcuni stratagemmi per evitare il ripetersi di fatti così incresciosi. "Abbiamo affisso un cartello in cui comunichiamo che provvederemo ad allertare le forze dell'ordine non appena cogliamo qualcuno all'interno della struttura - ha spiegato Landi - rafforzato le chiusure degli infissi". 

"Chiediamo una caserma dei carabinieri"

E qui a Castelverde torna imperante il problema legato alla sicurezza. Di recente sono stati gli stessi residenti del quartiere a definire questa zona della Capitale il "far west" di Roma tenuto conto del considerevole numero di furti e rapine. Oltre il "controllo del vicinato", messo in atto già nei mesi scorsi, e gli incontri con le forze dell'ordine, a Castelverde si chiede ancora una volta l'istituzione di una caserma dei carabinieri. E' Isabella Frangella, presidente del comitato di quartiere a spiegare: "I cittadini avvertono poca sicurezza nel quartiere nonostante il lavoro delle forze dell'ordine il quadrante è enorme e le pattuglie sono poche". Sull'impegno del comitato Frangella ha puntualizzato: "Continueremo a lottare perché i controlli aumentino e vengano perfezionate le norme di buon vicinato, in caso di rumori sospetti bisogna avere coraggio di segnalare al 112". Sulla collocazione di una caserma ha concluso: "La caserma dei carabinieri non è di certo la soluzione a tutto ma senz'altro potrebbe essere un deterrente e potrebbe aiutarci a migliorare la vivibilità del quartiere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento