rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca San Vittorino / Via Casalincontrada, 3

Sgomberati i sinti di Roma est, avevano occupato case Ater a Lunghezzina

Nei guai sono finiti anche Mirko Goman e Epri Vinotti, già coinvolti in una indagine che ha ricostruito le vicende della famiglia Goman, la stessa di Nicholas Orsus Brischetto morto in uno schianto a 300 all'ora sul grande raccordo anulare

Avevano occupato una serie di appartamenti in via Casalincontrada 3. Da tempo le forze dell'ordine erano a conoscenza dei loro abusi e oggi, dopo una indagine, quei tre appartamenti Ater occupati nella zona di Lunghezzina, sono stati sgomberati.

A vivere in quelle case c'erano nove persone, tra loro anche minorenni. Tutti appartenenti alla famiglia Goman, i sinti di Roma est che hanno fatto affari sporchi per anni con truffe, furti negli appartamenti e auto a noleggio, come ha rivelato una indagine dello scorso marzo.

Nella mattinata di oggi i carabinieri della stazione di San Vittorino Romano, la polizia di Stato, gli agenti dei gruppi sicurezza sociale urbana e dell'unità di sicurezza pubblica emergenziale della Polizia Locale di Roma Capitale, hanno dato esecuzione a un decreto di rilascio dell'Ater di tre immobili occupati.  

I legami familiari

Tra le nove persone trovate c'era anche Renata Nikolic, una donna di 43 anni con diversi precedenti penali, tra cui truffa, furto aggravato e ricettazione, su cui pendeva un ordine esecutivo di carcerazione.

La 43enne verrà ora condotta presso la casa circondariale di Rebibbia. Renata Nikolic è la zia di Nicholas Orsus Brischetto, il ragazzo morto al volante in uno schianto a 300 all'ora il 18 luglio del 2022. Amante dei bolidi, Orsus Brischetto era il figlio di Kristijan Orsus, noto anche come Kristijan Goman e quell'auto la prese a noleggio proprio dal padre.

In uno degli appartamenti liberati oggi, inoltre, c'erano anche Epri Vinotti di 32 anni e il marito di Mirko Jovanovic, 36enne e noto come Mirko Goman. Mirko Jovanovic e Kristijan Orsus sono fratelli.

Seppur con cognomi diversi, infatti, i due sono imparentati e fanno parte della famiglia Goman. Il padre, come abbiamo raccontato in questo articolo, secondo quanto emerso dalle indagini nel corso degli anni aveva obbligato i sinti italiani a riconoscere la paternità dei figli nati dall'unione con persone dell'ex Jugoslavia affinché i bambini risultassero cittadini italiani, permettendo alle madri di richiedere i permessi di soggiorno per i ricongiungimenti familiari. Tutti sotto un'unica grande famiglia, i Goman appunto.

via casalilncontrada1

La denuncia

Al momento dell'operazione fatta in via Casalincontrada 3, sono state sei le persone denunciate per occupazione abusiva, ma ulteriori verifiche sono tuttora in corso anche su altri alloggi dello stabile.

L'iter per il recupero degli immobili è stato avviato dall'Ater dopo una segnalazione ricevuta da parte dei carabinieri della stazione di San Vittorino Romano, che già il sette marzo 2023 vi identificarono 30 adulti e 10 minori, tutti occupanti abusivi delle abitazioni, tra i quali in 18 furono anche denunciati per il furto di energia elettrica e acqua, che sottraevano senza pagare alcunché alle società di erogazione, mediante pericolosi allacci abusivi. Una pratica che i Goman aveva già fatto loro in passato.

Il plauso del prefetto

Sul caso è intervenuto anche il prefetto Lamberto Giannini. Nel rimarcare l'importanza dell'operazione effettuata, "quale ulteriore risultato del lavoro svolto con dedizione e professionalità dalle donne e gli uomini di tutte forze dell'ordine in campo", il prefetto Giannini sottolinea come "l'attenzione da parte della prefettura di Roma, così come di tutte le Istituzioni preposte alla salvaguardia dei valori posti a fondamento della pacifica e sicura convivenza tra i cittadini, resti alta e costante nei confronti di ogni fenomeno criminale".

Il business delle auto dei sinti di Roma est

Il tesoro della famiglia sinti da quasi 2 milioni di euro, auto e ville di lusso con i soldi della malavita

Dopo il murale anche il mausoleo, l'altarino per il ragazzo morto a 300 km/h è abusivo e il Comune lo rimuove

Non solo Casamonica. Le famiglie sinti violente che dominano la periferia

via casalilncontrada2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberati i sinti di Roma est, avevano occupato case Ater a Lunghezzina

RomaToday è in caricamento