menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regina Margherita, la telecamera "anti furbetti" del Comune è durata solo due mesi: spenta in attesa dei cordoli

Verifiche in corso sul caso preferenziale, Caracciolo: "Massima trasparenza, bisogna puntare a rispetto delle regole"

La telecamera sulla preferenziale di viale Regina Margherita resterà spenta fino a quando non saranno installati i cordoli a protezione della corsia riservata a bus e taxi. L’occhio elettronico in direzione Nomentana, voluto dal Comune come deterrente “anti furbetti”, è durato solo due mesi: acceso il 1 novembre, spento il 1 gennaio su richiesta del gruppo Parioli della Polizia Locale. 

Pioggia di multe sulla preferenziale viale Regina Margherita

Cordoli che i vigili reputano utili ad impedire la doppia fila e dunque lo sconfinamento sulla preferenziale che per molti automobilisti ha significato sanzioni salate. Si perchè sulla preferenziale di viale Regina Margherita è scoppiato un vero e proprio caso: molti i cittadini che lamentano di essere stati multati “ingiustamente” perchè costretti sulla corsia riservata al trasporto pubblico a causa della sosta selvaggia al lato della strada. 

Parioli, la doppia fila devia le auto sulla preferenziale. Cittadini contro le multe: “Non siamo furbetti” 

“Come ammesso praticamente da tutti, in realtà su quel lato di viale Regina Margherita il fenomeno della doppia fila non è cosi grave. Perciò, è tutto da verificare che l'invasione della preferenziale sia dovuta sempre alla doppia fila. In ogni caso, per tutto gennaio c'è stato il presidio della Polizia locale che tuttora ce l'ha come priorità” - ha fatto sapere la presidente della commissione Lavori Pubblici del II Municipio, Valentina Caracciolo

Regina Margherita: telecamera spenta in attesa dei cordoli

Con i cittadini pronti alla class action contro le sanzioni ricevute soprattutto nel dicembre scorso, il service che si occupa di caricare le fotografie scattate dalla telecamera a corredo della sanzione (scaricabile dal sito del Comune ndr.) si è reso disponibile a mettere online non solo il frame della targa, ma anche quello “di contesto”. E’ sulla base della valutazione delle due immagini che poi scatta la multa. “Un’iniziativa affinchè tutto si svolga nella massima trasparenza, tutelando i cittadini che hanno ricevuto una sanzione ingiusta ma punendo che invece ha trasgredito” - aggiunge Caracciolo. 

Ma quali i tempi per l’installazione dei cordoli su viale Regina Margherita? “Difficile che sia prima di primavera inoltrata”. Il progetto andrà infatti in conferenza dei servizi il 31 marzo. Previsto anche il potenziamento della segnaletica all'altezza di via Dalmazia e via Ombrone. 

“Il ‘caso’ delle multe sulla preferenziale di viale Regina Margherita merita di essere verificato attentamente. Tuttavia il principio da seguire è semplice: le regole si rispettano. Non si parcheggia in doppia fila e non si cammina sulla preferenziale, salvo emergenze o veicoli particolari. E bisogna che cominciamo a farcene una ragione, semplicemente perché ci piaccia o no siamo una comunità, e l'interesse individuale si esaurisce laddove comincia il diritto degli altri a essere liberi di muoversi in sicurezza, si tratti degli utenti del trasporto pubblico o dei pedoni, in particolare quelli più fragili”. 

I Parioli si ribellano alle multe: "Non siamo furbetti, vanno annullate"

Intanto il Comitato Regina Margherita, che raccoglie alcuni degli automobilisti “multati ingiustamente”, ha presentato una petizione popolare alla sindaca di Roma, Virginia Raggia, e al Prefetto in cui chiede “l'annullamento delle multe con una sanatoria per gravi vizi di forma”. La protesta arriverà in Campidoglio, al dipartimento e in commissione Mobilità: “Vogliamo esprorre le nostre ragioni e presentare la raccolta firme”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento