menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’arresto di dirigenti e funzionari scuote il Municipio III: "Inaccettabile. Trasparenza e correttezza principi inderogabili"

Terremoto negli uffici del Roma Montesacro, in manette pubblici ufficiali e un vigile. Il presidente Caudo: "Violare principi legalità è gravissimo e intollerabile"

Concussione. E’ questa l’accusa che ha portato agli arresti negli uffici del Municipio III: a finire nei guai due Pubblici Ufficiali appartenenti all’Ufficio Ispettorato Edilizio del Municipio III di Roma Capitale, un Funzionario della Polizia Locale del III Gruppo Nomentano e anche un Funzionario del Dipartimento PAU (Programmazione e Attuazione Urbanistica). Tutti indagati per diversi episodi di concussione commessi ai danni di diversi cittadini.

Municipio III, arrestati dipendenti e un vigile: sono accusati di concussione

L’indagine prende le mosse a metà del 2018, da una denuncia presentata dal titolare di un parco giochi del Roma Montesacro: il denunciante lamenta una serie di vessazioni e soprusi subiti a partire dall’anno 2015 da parte del Funzionario dell’Ufficio Tecnico del III Municipio. Da li l’attività investigativa con pedinamenti, perquisizioni e sequestri, intercettazioni telefoniche e ambientali oltre che all’assunzione di informazioni dalle altre “vittime” delle condotte criminose

Montesacro, terremoto negli uffici del III Municipio: arrestati dirigenti e funzionari per concussione

Terremoto nel Municipio III, il presidente Caudo: "Atti gravissimi"

Oggi gli arresti. Un vero e proprio terremoto che ha scosso Piazza Sempione. “In attesa di chiarire i fatti e le implicazioni a carico dei funzionari coinvolti nei gravi e inaccettabili  fatti di corruzione emersi nel corso dell’azione portata avanti dalla magistratura e dalla Polizia Locale di Roma Capitale a carico di funzionari della polizia locale stessa, dell’ispettorato edilizio del Municipio e del PAU per fatti risalenti - a quanto si apprende - al 2015, segnalo la piena e totale vicinanza dell’amministrazione Municipale affinché vengano chiariti tutti gli aspetti e si attui il pieno ripristino della trasparenza nella conduzione delle attività amministrative” - ha detto il presidente del Terzo, Giovanni Caudo. “La legalità, la trasparenza, la correttezza e la retta conduzione sono i cardini dell’attività dell’amministrazione del Municipio, sempre al fianco di chi lavora perché questi siano rispettati e, insieme a operatori e cittadini, chiede e pretende l’assoluto rispetto di tali inderogabili principi. Macchiarsi di reati che li violano - ha scritto in una nota - è gravissimo e intollerabile”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento