EurToday

Carcassa di pecora nel fosso che costeggia la scuola: "E' la seconda volta in una settimana"

Nelle adiacenze della scuola elementare Tacito Guareschi, sono stati rinvenuti degli ovini morti. Pericolini (CdQ): "E' già accaduto a fine ottobre ed ogni volta c'è una puzza neauseante"

Due pecore morte a pochi metri da una scuola elementare. Succede nella valle del Risaro, a Vitinia, nell'estrema periferia meridionale della Capitale. Gli ovini sono stati gettati in una scarpata dove, in attesa che venga completato un collettore, le fogne scorrono a cielo aperto.

La prima segnalazione

Per la seconda volta, nel volgere di appena una settimana, i residenti si trovano a dover segnalare la presenza di queste carcasse. "La prima volta le abbiamo avvistate il 31 ottobre ed abbiamo immediatamente provveduto ad avvertire la Polizia Locale, che è subito intervenuta. Sono venuti anche i vigili del fuoco perchè non era semplice tirarla fuori dalla scarpata" ha raccontato Mario Pericolini, presidente del Comitato di Quartiere di Vitinia. 

Un odore nauseante

La scena si è ripetuta. "Il 3 novembre abbiamo nuovamente notato delle carcasse. Sono due e generano un odore indescrivibile che provoca la nausea" ha spiegato lo stesso residente. Gli animali si trovano sempre nella stessa posizione, a poca distanza dalla scuola elementare dell'Istituto Comprensivo Tacito Guareschi. I lavori per il collettore promesso non sono ancora iniziati, anche se  ultimamente vediamo spesso dei tecnici impegnati nei sopralluoghi. Di certo quando sarà completato, questo genere di problemi non li avremo più" ha ribadito Pericolini. Un motivo in più per realizzare un'opera che, per decenni, è rimasta ferma nei cassetti.

La necessaria rimozione

"Ho presentato un esposto tramite PEC agli uffici competenti della ASL RM2 chiedendo con urgenza la rimozione delle carcasse delle pecore – ha fatto intanto sapere il consigliere municipale Alessandro Lepidini (PD) – i residenti sono comprensibilmente preoccupati, anche per la vicinanza alle scuole. Ho anche chiesto alla ASL, qualora possibile di accertare le cause della morte di questi animali".  

Un collettore molto atteso

Il completamento del collettore fognario, come sottolineato dal Comitato di Quartiere, eliminerà definitivamente la possibilità di sversamenti di rifiuti e, come denunciato in quest'occasione, anche di carcasse. Inoltre, a beneficiare dell'intervento, sarà l'intera vallata. A partire del fosso del Frasso. Il corso d'acqua confluisce proprio nella fogna a cielo aperto che, ad oggi, lambisce la scuola di Vitinia. A ben vedere quindi, l'atteso intervento infrastrutturale, porterà molti vantaggi. Ed i primi a beneficiarne saranno gli alunni che frequentano la scuola elementare del quartiere.

Fosso vitinia-5

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento