Civitavecchia

Clinica Siligato, ai dipendenti solo il 20% dello stipendio. È polemica

Dal 29 agosto i lavoratori inizieranno un sit- in permanente davanti l'ingresso della struttura e blocco delle attività fin quando non riceveranno il dovuto

Ferie amare per i dipendenti della Clinica Siligato. Dopo oltre un anno di stipendio dimezzato, ora, in vista della pausa estiva, certamente non potranno godersi a pieno le vacanze in famiglia o da soli. Messo in pagamento infatti solo il 20%, senza alcuna garanzia per il restante.

A denunciare l'accaduto Fp Cgil: "Continuando di questo passo - tuona il sindacato - il prossimo mese saranno i lavoratori a pagare la Casa di Cura. I dipendenti, che si sono riuniti oggi in assemblea, hanno deciso insieme alle organizzazioni sindacali di dire basta, il tempo è scaduto. L'umiliazione della mancia "ferragostana" è la goccia che fa traboccare il vaso. I lavoratori - prosegue nella nota Fp Cgil - non sono più disposti a fare sacrifici per tenere in piedi la struttura, ricoprono un ruolo, erogano dei servizi e vogliono essere pagati per il lavoro che fanno. Con la somma ricevuta altro che ferie, sarà tanto se potranno permettersi una sdraio sul litorale nostrano mentre "altri", i padroni del vapore, facendo la cresta sulla spesa sono già partiti per lidi esotici".

E ora che le garanzie sono state disattese le organizzazioni sindacali preannunciano un rientro dalle ferie bollente. "Il 29 agosto, con la riapertura della Clinica dopo la pausa estiva, i lavoratori inizieranno un sit-in permanente dinanzi all'ingresso della struttura e blocco delle attività fin quando non riceveranno il dovuto. Se la situazione non si dovesse sbloccare inizieranno le ingiunzioni di pagamento e si individuerà una data per uno sciopero dei dipendenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clinica Siligato, ai dipendenti solo il 20% dello stipendio. È polemica

RomaToday è in caricamento