Civitavecchia

Borgata Aurelia a luci spente, i cittadini chiedono interventi immediati

Sopralluogo questa mattina dell'assessore ai Lavori Pubblici Mirko Mecozzi per verificare le condizioni in cui vessa la periferia civitavecchiese.

Lampioni rotti e fatiscenti, strada da asfaltare, rotatorie da realizzare. È questa la situazione della periferia civitavecchiese. Precisamente di Borgata Aurelia. A denunciarne le condizioni, da anni ormai senza però interventi atti a ripristinare una situazione di decoro urbano (dopotutto è sempre Civitavecchia) sono i cittadini residenti nella zona. "Gli abitanti reclamano di essere considerati cittadini civitavecchiesi solo quando serve, cioè durante le campagne elettorali, poi si spengono i riflettori e tutto rimane come prima. I tributi li pagano al Comune di Civitavecchia e il Comune relativamente ai servizi primari deve prodigarsi per risolvere tali problematiche, anche se i terreni sono privati".

Ma oltre a quei lampioni che non ci sono, anzi ci sono ma sono spenti, (non ultimo quello in via Francesco Cilea che "Enel distribuzione a quanto pare ha scollegato lasciando completamente al buio da quasi un mese la via") a creare disagi e difficoltà sono anche "le radici degli alberi che fuoriescono dall'asfalto, la processionaria che si è verificata alla scuola media e ha costretto i professori a chiamare il 118 perché gli studenti hanno avuto grossi problemi respiratori", scrivono sul gruppo Facebook "Città d'incanto Gli Antivandali".

Problemi che anche l'assessore Mecozzi ha avuto modo di constatare di persona questa mattina, quando ha effettuato un sopralluogo a Borgata Aurelia, accompagnato da Stefano Ballottari, ex presidente di circoscrizione. "Come ho detto in campagna elettorale si deve ripartire dalle periferie, a lungo trascurate e dimenticate. Ci sono tante cose da realizzare per riqualificare queste zone". Compresa la possibile realizzazione della rotatoria a Sant'Agostino. "Incontrerò a breve il proprietario dei terreni per trovare un accordo e avviare i lavori".

Intanto i cittadini chiedono anche interventi tempestivi all'interno dei parchi pubblici, vittime numero uno del degrado e di atti vandalici. E sono proprio i vandali ad essere bacchettati dall'Assessore e dagli stessi cittadini che chiedono più rispetto per la cosa pubblica che, dopotutto appartiene a tutti, anche a chi sporca. E propongono la realizzazione "di una campagna pubblicitaria, con manifesti e spot, per sensibilizzare i giovani al rispetto della città". Un rispetto che "forse con il tempo le nuove generazioni hanno perso o dimenticato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgata Aurelia a luci spente, i cittadini chiedono interventi immediati

RomaToday è in caricamento