Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Marino Marino / Corso Vittoria Colonna

Marino: domani il consiglio comunale straordinario, si parlerà di aeroporto

Riprende l'attività amministrative a Marino. Domani consiglio comunale straordinario: all'ordine del giorno acqua, costi della politica e la mozione sull'aeroporto presentata dal consigliere di minoranza Adolfo Tammaro

Riprende l'attività politica e amministrativa a Marino, dopo la pausa estiva e il rientro del sindaco Adriano Palozzi a Palazzo Colonna. Domani è convocato in seduta straordinaria il primo consiglio comunale post-vacanze.

Tre gli argomenti scottanti all'ordine del giorno per la discussione: gestione del servizio idrico post-referendum, riduzione dei costi della politica e l'aeroporto.

La prima discussione si rende necessaria per prendere posizione dopo i risultati referendari che vedono ora la necessità di una nuova gestione dell'acqua, per quanto riguarda i costi della politica si intende razionalizzare le spese riducendo le indennità di funzione del Sindaco, del vice Sindaco e della Giunta, del Presidente del Consiglio Comunale e dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali e dei componenti della Multiservizi dei Castelli spa.

Poi la discussione più calda con la mozione presentata dal consigliere di minoranza Adolfo Tammaro per impegnare il Comune di Marino alla presentazione di un ricorso al TAR per rendere operative le deliberazioni della Conferenza dei servizi  del luglio del 2010.

In quell'occasione – tutti gli Enti presenti e concordi a partire dall’ENAC – decretarono definitivamente che il rumore prodotto dagli aerei superava in molte zone di Ciampino e Marino i limiti consentiti dalla legge e, di fatto, venne indicata la strada della riduzione a 60 movimenti giornalieri come rimedio al danno prodotto alla salute dei cittadini, mentre attualmente l'aeroporto di Ciampino conta tra atterraggi e decolli 200 movimenti.

"Dal luglio 2010 ad oggi -  ha dichiarato il consigliere Tammaro - nessuna iniziativa davvero concreta è stata assunta per ridurre il rumore e lo stesso tribunale di Velletri attraverso il giudice Ariolli, nella sentenza di archiviazione di un  esposto di 550 Cittadini,  ha chiaramente indicato i Sindaci come responsabili della Salute pubblica ed ha tra le righe suggerito che sia direttamente il Comune a fare ricorso al TAR con la richiesta di nomina di un commissario ad acta che davvero affronti questo drammatico problema. Mi aspetto una risposta di approvazione unanime di tutto il Consiglio Comunale di Marino su questa iniziativa che vuole essere solo una presa di posizione a difesa della Salute dei Cittadini e non un atto di propaganda politica”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino: domani il consiglio comunale straordinario, si parlerà di aeroporto

RomaToday è in caricamento