Salute

Tmb Salario, l'esperto: "Anziani, bambini e asmatici le categorie a rischio per i fumi"

Lo spiega all'Adnkronos Salute Paolo Palange, ordinario di Malattie respiratore all'università Sapienza di Roma

"La fetta di popolazione romana che soffre di asma è molto ampia ed è quella, insieme ad anziani e a bambini, maggiormente a rischio di problemi di salute in presenza di fumi" dopo l'incendio scoppiato nel Tmb Salario. A spiegarlo all'Adnkronos Salute Paolo Palange, ordinario di Malattie respiratore all'università Sapienza di Roma e responsabile della Uoc di Medicina interna e disfunzioni respiratorie del policlinico Umberto I.

La nube sprigionata dal Tmb

"Finora non ci sono stati maggiori accessi in ospedale a causa di  problemi legati al fumo - tranquillizza l'esperto - ma diciamo che esistono tre fasi legate a un'emergenza come questa: quella acuta, in cui le persone con patologie croniche respiratorie o cardiache possono andare incontro a un riacutizzarsi dei sintomi; in seguito, si possono riscontrare infezioni respiratorie come bronchiti e polmoniti da inalazione di sostanze tossiche, con possibili complicanze batteriche; infine, a lungo termine bisognerà capire bene quali sostanze sono bruciate e studiare anche il possibile deposito di queste sostanze sui terreni. Il rischio di diossina potrebbe esserci, mentre quello di 
amianto non credo. A quel punto si mettono in atto misure specifiche".

Nel frattempo, ribadisce lo pneumologo, occorre "proteggere le persone più fragili, anziani, bambini, malati cronici, soprattutto affetti da asma, una malattia molto diffusa a Roma anche a causa dello smog. In caso di sintomi blandi ci si può rivolgere al medico di base, ma se la reazione è molto forte, come una crisi d'asma, bisogna andare al pronto soccorso".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tmb Salario, l'esperto: "Anziani, bambini e asmatici le categorie a rischio per i fumi"

RomaToday è in caricamento