San Teodoro, Rocca (Fdi-An): "Incapacità grillina chiude fantastica esperienza"

"Non si può amministrare Roma con tanta superficialità e pressappochismo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Un mercato che ci invidia tutta Italia e che è finito nei tg di mezzo mondo, San Teodoro, noto come Campagna Amica ha chiuso i battenti grazie all'incapacità della giunta Raggi. Non hanno approvato il nuovo bando e non hanno predisposto neanche una proroga come se avessero scoperto della scadenza solo venerdì scorso. Dichiara Federico Rocca responsabile romano enti locali Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale. Non si può amministrare Roma con tanta superficialità e pressappochismo, comprendo che gli atti amministrativi siano l'ultimo dei pensieri di questa Giunta troppo presa dalle vicende di Raggi, Marra, Romeo, Berdini e beghe varie ma la città ha bisogno di un governo. Campagna Amica è un esempio positivo sia dal punto di vista economico se si considerano gli ottimi risultati, sia per la qualità dei prodotti ed ha favorito l'incontro diretto tra consumatori e produttori ma per i 5 Stelle tutto questo non conta. L'ex mercato del pesce di San Teodoro che per anni ospitò anche l'autoparco del Comune di Roma - prosegue Rocca - rimase chiuso per diversi anni, fu riaperto nel 2009 dall'amministrazione di centrodestra con questo straordinario progetto in accordo con la Coldiretti. Evidentemente bisogna cancellare tutte le tracce del passato anche quelle positive ma solo una politica miope e ottusa ha potuto permettere ciò. E' una vergogna aver chiuso San Teodoro e le scuse accampate sono ridicole, le regole tanto invocate non c'entrano nulla, gli operatori erano lì con un atto di concessione dell'amministrazione, non erano di certo abusivi, se ora la Raggi vuole fare un bando nessun problema ma la tempistica in questi casi ha un senso. Far chiudere per mesi la struttura per poi riaprirla dopo il bando è ridicolo - conclude Rocca - in questi casi si proroga fino all'espletamento del bando e alla nuova assegnazione ma come si dice in alcuni casi "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"

Torna su
RomaToday è in caricamento