Revisioni Atac, arriva l'interrogazione di De Luca: "Costi alti e improduttività"

Come riporta La Repubblica, il consigliere del Pd ha chiesto al primo cittadino di provvedere all'internalizzazione del servizio. Atac risponde: "E' già in corso"

“Il processo di internalizzazione delle Officine grandi revisioni è in corso”. Risponde così Atac, con un comunicato, al consigliere del Partito democratico Athos De Luca, membro della commissione mobilità che con un’interrogazione al sindaco Marino ha chiesto proprio il processo di internalizzazione per mettere fine a “sprechi e inefficienze” all’interno della società creata nel 2006 per la manutenzione straordinaria dei treni Atac ma anche di esterni. A dare notizia dell’interrogazione, il quotidiano La Repubblica. 

INTERROGAZIONE – Per il consigliere Athos De Luca si tratta di “un progetto fallito” e soprattutto “improduttivo”. Secondo quanto scrive De Luca in un’interrogazione nell’officina lavorano 130 meccanici e 20 amministrativi che "in 9 anni hanno programmato solo 3 revisioni generali dei treni, di cui hanno completato la revisione di uno solo, che è costata 6 milioni e mezzo (con 8 milioni si acquista un treno nuovo con motrice e vagoni)”. Il tutto mentre “per 27 treni di Atac è scaduta la manutenzione”. De Luca ha da ridire anche sul costo orario, 55 euro contro i 25 delle officine gestite direttamente dalla società. Una situazione inaccettabile per De Luca se si pensa che nel frattempo “si prevedono tagli al servizio pubblico ai cittadini”. Nel mirino anche i “super stipendi e un presidente, Roberto Grappelli, che ancora oggi, malgrado le grida manzoniane sui risparmi, percepisce due compensi, uno come presidente di Atac e uno come ad di Ogr". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA REPLICA – La notizia è stata però replicata da Atac. “In relazione a notizie di stampa, Atac sottolinea che il CdA ha già deliberato il processo di internalizzazione delle Officine grandi revisioni, che quindi è in corso” scrive. Inoltre sullo stipendio di Grappelli: “Non risponde al vero, infine, che il presidente di Atac, nonchè amministratore unico di Ogr, ingegner Roberto Grappelli, percepisca un doppio stipendio. Al contrario, percepisce un unico emolumento per entrambi gli incarichi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento