Caos Ama, la Lega all'attacco di Raggi annuncia mozione di sfiducia: "La pazienza è finita"

Dal leader Matteo Salvini agli esponenti leghisti sul territorio, tutti contro la sindaca dopo le dimissioni del Cda di Ama

La Lega attacca la sindaca, e a poche ore dalle dimissioni del sesto Cda di Ama annuncia una mozione di sfiducia da presentare a stretto giro in aula Giulio Cesare. "Raggi è imbarazzante e  Zingaretti ormai è suo complice - tuona il leader della Lega Matteo Salvini - mozione di sfiducia in aula e raccolta firme in città, partiremo in piazza San Giovanni sabato 19 ottobre".

Di sfiducia ha parlato anche il capogruppo in Campidoglio Maurizio Politi. "Le dimissioni del Cda di Ama certificano il fallimento del sindaco Raggi. La città fa schifo e il sindaco con i suoi assessori ha solo peggiorato la situazione. Non essere in grado di approvare il bilancio 2017 manifesta tutta l'inettitudine amministrativa di questa giunta. Entro la settimana depositeremo in aula una mozione di sfiducia al M5S. Sui rifiuti nessuna strategia, in perfetta sintonia con Nicola Zingaretti"

Perché si è dimesso il Cda di Ama

Sulla stessa linea anche i consiglieri regionali. "La linea di Matteo Salvini è sacrosanta: una mozione di sfiducia per Virginia Raggi, che non ha un briciolo di dignità per dimettersi. Un'iniziativa che presenteremo nuovamente alla Pisana per cacciare Nicola Zingaretti". Così il capogruppo della Lega Orlando Tripodi. "Persino l'ex membro del Cda Massimo Ranieri afferma che 'il problema dei rifiuti non si gestisce con l'ideologia' - aggiunge Tripodi - una tesi sostenuta con forza e da tempo dalla Lega, che ha invitato più volte sia il sindaco di Roma sia il presidente della Regione Lazio, impegnato h24 sul Pd, di agire con responsabilità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento