Metro C, una caserma romana blocca la talpa: si studiano alternative

Un "eccezionale" ritrovamento archeologico costringe a ripensare i lavori all'altezza della stazione Amba Aradam, dopo San Giovanni. Il soprintendente in una lettera: "Le strutture non si possono smontare"

Il cantiere della stazione San Giovanni - Foto dal sito metrocspa.it

Una scoperta “eccezionale”. Una caserma romana risalente al II sec. d.c., al tempo dell'imperatore Adriano, ben conservata, ritrovata a 9 metri sotto viale Ipponio. Non un luogo qualsiasi. Proprio lì infatti dovrebbe essere costruita la fermata Amba Aradam della Metro C. La notizia è stata data in anteprima da Il Tempo che è venuto in possesso di una lettera firmata dal soprintendente Francesco Prosperetti dove si descrive la scoperta. “Probabilmente, si tratta della scoperta archeologica più importante dal 2007 a oggi, ovvero da quando si scava per realizzare la tormentata opera pubblica” scrive Vincenzo Bisbiglia sul quotidiano romano. E se la scoperta archeologica può essere appassionante, c'è già chi inizia a temere per i tempi di completamento dell'opera dopo la stazione di San Sangiovanni. 

Si legge nella lettera del soprintendente di come “il buono stato di conservazione delle strutture nel loro complesso rendono non perseguibile l’ipotesi di uno smontaggio e successivo rimontaggio integrale del contesto”. Continua il documento: “Il complesso occupa l’intera mezzeria meridionale del corpo stazione e si estende oltre i limiti di questo”. La caserma castra, spiega Il Tempo, è composta di 39 ambienti, “di cui alcuni con pavimenti musivi e pareti con intonaci affrescati, si dispone ai due lati di un lungo corridoio che prosegue oltre le paratie perimetrali”. Un'importante presenza archeologica che le indagini archeologiche non avevano individuato.  

Roma Metropolitane sta studiando un progetto alternativo per permettere il passaggio della talpa “già complicato dalla struttura geologica del terreno, ma anche la costruzione, a questo punto, di una vera e propria stazione archeologica”. La variabile da calcolare, ora, riguarda il tempo e il soldi necessari per la variante che andranno ad incidere su una situazione già delicata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento