Elezioni Comunali Roma 2021

Gualtieri inizia la campagna elettorale a Centocelle: "Convinti di arrivare al ballottaggio"

Sul Recovery per Roma "i progetti non c'erano proprio. Ora abbiamo un'opportunità unica e un rischio drammatico"

Prima uscita pubblica da candidato alle primarie del Pd per Roberto Gualtieri che punta dritto al Campidoglio. Per presentarsi ai cittadini romani, l'ex capo del Mef ha scelto il parco di Centocelle, che un tempo ospitava l'immenso campo rom Casilino 900, e che attende da tempo bonifiche e riqualificazioni. 

Gualtieri lo ha da subito preso come simbolo della città "che potrebbe farcela", anche grazie ai fondi del Recovery fund. In particolare i "500 milioni del progetto Roma caput mundi" a cui si potrebbero aggiungere altre risorse provenienti "da tutti i capitoli del Pnrr", dagli asili nido, alla digitalizzazione. Risorse che "senza una progettazione adeguata, andranno perse". 

Sul Recovery per Roma, spiega, "i progetti non c'erano proprio. Ora abbiamo un'opportunità unica e un rischio drammatico. Il Recovery Plan che abbiamo ottenuto a Bruxelles prevede tantissime risorse, di cui alcune gia' attribuite, come quelle di Roma Caput Mundi, ma ci sono tantissime altre risorse che sono quelle di tutti i capitoli del Pnrr dagli asili nido alle colonnine elettriche all'edilizia sociale, la forestazione urbana e molto altro. Sono tantissime risorse che saranno attinte dalle amministrazioni locali che sapranno presentarsi con progetti e non con idee".

"La prima cosa che voglio fare da sindaco è quella di dare una forte accelerazione anche con tavoli con il governo affinché Roma abbia la parte che gli spetta di queste risorse che sono fondamentali per farne una città più bella, più verde, più unita, più giusta". Gualtieri parla con i cittadini, si presta a foto di gruppo ma dribbla le domande più spinose. Sul sostegno a Virginia Raggi in caso di sconfitta al primo turno, glissa: "Noi siamo convinti di arrivare al ballottaggio e chiederemo a tutti i romani che non ci voteranno al primo turno di votarci al secondo. Perché questa è una opportunità unica per Roma e non dobbiamo farcela sfuggire".

Sulle donne candidate alle primarie del centrosinistra (al momento nessuna, anche se si fa il nome di Imma Battaglia), professa un'apertura: "Sono sicuro che ci saranno donne candidate alle primarie, il Pd a oggi esprime due presidenti di Municipio donne. Nella squadra che farò ci saranno molte donne. Ringrazio Monica Cirinnà per il suo sostegno e per il ruolo che avra' nel portare il suo impegno e le sue competenze nella nostra campagna elettorale".  

Non manca, quindi, una battuta anche su Roberto Calenda, altro sfidante per il poltrona del Campidoglio: "Sulla questione sindaco, come ho annunciato precedentemente, mi candiderò alle primarie e l'obiettivo è il benessere dei romani e la riqualificazione delle periferie. Sul mancato asse con Carlo Calenda dispiace che non abbia voluto partecipare alle primarie, spero dopo di queste di poter costruire un fronte comune per rendere più compatto il centrosinistra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gualtieri inizia la campagna elettorale a Centocelle: "Convinti di arrivare al ballottaggio"

RomaToday è in caricamento